4 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Feudo di Cariati: dai Borgia agli Spinelli
21 ore fa:Ora bisogna aprire una vertenza generazionale
1 minuto fa:A Mormanno apre l’ambulatorio oncologico
21 ore fa:La Vignetta dell'Eco
1 ora fa:San Basile: il neo eletto sindaco Filippo Tocco vara la giunta
20 ore fa:Giuseppe Pallone su Rai 2 sarà protagonista della Performer Cup
5 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
3 ore fa:Ritorna Autori d'(A)mare: domenica 23 giugno arriva Serena Bortone
6 ore fa:Odissea 2000, 30 anni di identità turistica. Montesanto: « Un modello a cui ispirarsi»
22 ore fa:Campana, presto verrà rifatta parte della rete idrica comunale

A Cassano "Dona materiale didattico" è l'iniziativa proposta dalla Caritas diocesana

1 minuti di lettura

CASSANO JONIO - ll messaggio di Gesù Cristo, quando dice nel Vangelo di Marco (14,7) «i poveri li avete sempre con voi», chiarisce Papa Francesco nel messaggio per la V Giornata mondiale dei Poveri del prossimo 14 novembre, è «un invito a non perdere mai di vista l’opportunità che viene offerta per fare del bene».

Certo non si tratta «di alleggerire la nostra coscienza facendo qualche elemosina, ma piuttosto di contrastare la cultura dell’indifferenza e dell’ingiustizia con cui ci si pone nei confronti dei poveri».

Infatti «l’elemosina, è occasionale; la condivisione invece è duratura. La prima rischia di gratificare chi la compie e di umiliare chi la riceve; la seconda rafforza la solidarietà e pone le premesse necessarie per raggiungere la giustizia».

Per tali ragioni, ancora una volta, la Caritas della Diocesi di Cassano Jonio, vuole sostenere concretamente le famiglie in difficoltà. «Anche nel nostro territorio diocesano – afferma il direttore della Caritas don Mario Marino -, tante sono le famiglie bisognose con bambini e ragazzi in età scolare, ed è per questo abbiamo pensato di proporre l’iniziativa “dona il materiale didattico”. Liberamente, tutti potranno tendere una mano in modo semplice e concreto, comprando astucci, zaini, quaderni, pennarelli, pastelli, matite e penne, forbici, gomme, correttori, evidenziatori, temperamatite, risme di carta, materiale tecnico, testi scolastici e altri materiali didattici».

«Dunque – conclude il direttore Marino -, per contribuire alla formazione e al futuro dei nostri minori, chiunque potrà acquistare i prodotti scolatici e consegnarli alla parrocchia più vicina. Saranno le parrocchie, attraverso le proprie Caritas parrocchiali e i propri volontari, a distribuire il materiale didattico alle famiglie meno abbienti con minori a carico. Con l’augurio che questo gesto diventi un appello alla comunità diocesana, invitata ad intercettare i segnali di queste povertà, vi saluto fraternamente».

(Fonte foto il faro online) 

 

 

 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

26 anni. Laurea bis in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia