17 ore fa:Grande successo al MuMam per l'incontro con lo scrittore Carmine Abate
1 minuto fa:Corigliano-Rossano, 3 arresti per detenzione di cocaina e resistenza al pubblico ufficiale
16 ore fa:Lungro, il Collettivo Stipaturi contro il vile atto vandalico: «Il nostro tessuto sociale è da tempo lacerato»
19 ore fa:A Co-Ro col solstizio d'estate parte un nuovo concept di degustazione identitaria: MinikƏ
17 ore fa:Detenuto turco prima mette a soqquadro il braccio di detenzione e poi aggredisce gli agenti della penitenziaria
15 ore fa:La cittadina di Cariati si tinge di rosso Ferrari. Soddisfazione immensa
53 minuti fa:Il Medioevo nella Calabria jonica: una fase storica spesso sconosciuta
19 ore fa:Le eccellenze mediche puntano sull'Unical: superate le 100 candidature per la call internazionale
18 ore fa:Consorzio di Bonifica, al via controlli straordinari contro abusi e sprechi d'acqua
21 minuti fa:Arriva in Calabria la campagna Filcams "Mettiamo il TurismoSottosopra"

L’Ambito “Metapontino Collina materana” ha il suo “Piano Intercomunale dei Servizi Sociali e Sociosanitari” 

2 minuti di lettura

POLICORO - L’Ambito “Metapontino Collina Materana” avvia il processo di co-programmazione per un WELFARE innovativo più vicino agli utenti e agli operatori: i bisogni del cittadino sempre più al centro della programmazione territoriale. La Conferenza Istituzionale dell’Ambito n.8 “Metapontino-Collina materana”, composto dai sindaci di 17 Comuni della provincia materana, Accettura, Aliano, Cirigliano, Colobraro, Craco, Gorgoglione, Montalbano J.co, Nova Siri, Pisticci, Rotondella, San Giorgio Lucano, San Mauro Forte, Scanzano J.co, Stigliano, Tursi e Valsinni, con Policoro Comune Capofila, ha approvato lo scorso 5 agosto il nuovo “Piano Intercomunale dei Servizi Sociali e Sociosanitari”, importante strumento di pianificazione dei servizi da erogare alla persona, con occhio particolare alla popolazione più fragile.  

Durante la conferenza dei  Sindaci per l’approvazione del Piano Intercomunale, alla presenza dei Sindaci dei Comuni appartenenti all’Ambito erano presenti i rappresentanti le sigle sindacali di SPI-CGIL, FNP, UILP della Basilicata e di Matera nelle persone del dr. Angelo Vaccaro, dr. Enzo Zuardi, dr. Carmine Vaccaro che hanno espresso parere positivo oltre a condividere un documento che diventa parte integrante del Piano Intercomunale che rappresenta la scelta condivisa di vedere l’importante documento di programmazione come un “cantiere aperto” teso allo sviluppo del sistema WELFARE locale improntato ai principi di massima inclusione e coesione sociale nonché dell’integrazione dei servizi sociali, socio-educativi e sociosanitari, servizi erogati a tutela delle fasce più deboli, determinanti soprattutto in un momento storico difficile in cui la pandemia ha evidenziato ulteriormente le tante fragilità sociali.

L’idea del “cantiere aperto” del Piano va proprio in questa direzione, ossia accompagnare la fase di implementazione ed attuazione dello stesso con tavoli di confronto tra Istituzioni locali, sindacati, Terzo Settore verso una lettura approfondita delle conseguenze economiche, sociali, culturali che, eventi come la pandemia stanno determinando nel tessuto delle comunità. Tra gli obiettivi messi in campo dalla Conferenza Istituzionale con la collaborazione delle organizzazioni sindacali: la partecipazione attiva, in qualità di Enti Locali, alla realizzazione di nuove opportunità di investimento previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in particolare, nelle infrastrutture e nei servizi sociali per dare risposte più efficaci per fronteggiare vecchie e nuove fragilità (cronicità, vecchie e nuove povertà, immigrati, famiglie in condizione di deprivazioni) e contrastare le crescenti diseguaglianze economiche; la definizione di un Accordo di Programma tra Ambito Socio Territoriale e Azienda Sanitaria di Matera per la promozione di un’azione coordinata ed integrata nel campo delle politiche sociali e socio sanitarie territoriali, mediante l’attivazione del Punto Unico di Accesso (P.U.A.) che include i servizi sociali e sanitari, dando priorità ad alcune aree a forte valenza socio-sanitaria: anziani soli e non autosufficienti, disabili; area materno infantile, salute mentale, dipendenze; la predisposizione di un Regolamento d’Ambito per disciplinare in modo uniforme il sistema di compartecipazione al costo dei servizi a domanda individuale; l’elaborazione di una Carta di Servizi e dei Diritti per rendere fruibili i servizi al cittadino e determinare parità di condizioni per tutti nell’accesso a prestazioni e servizi.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.