1 ora fa:Corigliano-Rossano: «Apri siamo i Carabinieri» e poi lo accoltellano
22 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
4 ore fa:Aggressione al vicino di casa e dinanzi agli agenti, assolto perché il fatto non sussiste
5 ore fa:Auto contro motociclisti: due feriti nel violento scontro di Cassano Jonio
20 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
19 ore fa:La Vignetta dell'Eco
20 minuti fa:Al via l'Estate a Sofferetti, tra fede e musica
2 ore fa:Il cassanese Luigi Pascale vince il premio America Giovani
19 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
3 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie

Calabria orgogliosa del pilota Fuoco: Straface si complimenta e Minò lo accoglie a Palazzo Venneri

2 minuti di lettura

CARIATI - «L’intera Calabria, insieme ovviamente alla sua città natale, possono dirsi orgogliosi dell’importante vittoria conquistata dal giovanissimo pilota cariatese Antonio Fuoco che nei giorni scorsi, alla guida della Ferrari 499P numero 50, ha trionfato in F.1 a Monaco e si è imposto nella 24 Ore di Le Mans, una gara di durata di automobilismo che si svolge annualmente al Circuit de la Sarthe e tra quelle attualmente in corso, la più antica del Campionato del mondo endurance».

È quanto ha dichiarato Pasqualina Straface, presidente e della Terza Commissione Sanità, Attività Sociali, Culturali e Formative del Consiglio Regione, complimentandosi con il giovane campione e con quanti, la sua famiglia in primis, lo seguono, aiutano ed incoraggiano sin da piccolo in questa passione e tenacia divenute oggi un esempio w un motivo di vanto per tutti.

«Ciò che è ancora più forte – continua – è, infatti, il messaggio che tutto il percorso di crescita e di sacrifici che ha caratterizzato l’originale storia personale di Antonio Fuoco riesce a trasmettere ad intere generazioni: non esistono scorciatoie per ottenere i risultati migliori, per raggiungere le soddisfazioni più autentiche e per condividerle con la stessa umiltà – conclude la Straface - augurandogli ogni ulteriore successo – che in ogni occasione dimostra rispetto a vittorie così importanti il nostro apprezzato campione calabrese».

Ad unirsi ai festeggiamenti per il successo ottenuto è stata anche l’amministrazione comunale della sua città, Cariati, che lo ha accolto a Palazzo Venneri. Alla conferenza stampa erano presenti il Sindaco Cataldo Minò, la giunta e numerosi sostenitori.

«È una vittoria per tutti – ha dichiarato Fuoco ai cronisti. Per me, per la scuderia Ferrari, per il team, ma soprattutto per la popolazione calabrese. È una vittoria che dedico al mio papà che purtroppo non c’è più». «È un onore – ha aggiunto - portare il nome di Cariati e della Calabria in giro per il Mondo e mi fa sempre piacere tornare qui nella mia terra, dai miei amici e dalla mia famiglia. È il mio posto, dove mi rilasso, dove torno ogni qualvolta devo affrontare una grossa sfida. È qui che ricarico le mie energie, è qui che sono stato i giorni prima della gara di Le Mans». 

E poi le emozioni della gara che a 28 anni lo hanno portato sul tetto del Mondo: «L’ultimo giro della gara di Le Mans durava 3 minuti e 50 secondi durante i quali ho rivissuto tutti i sacrifici fatti per arrivare fino a quel traguardo, pensando alla mia famiglia e quanti mi stanno vicino». Infine, l’incoraggiamento ai giovani: «Non mollate mai e credete sempre in voi stessi, non arrendetevi davanti alle difficoltà perché i sacrifici vengono sempre ripagati».

Al pilota, già in partenza per una gara in America e proiettato al prossimo mondiale, il Sindaco Cataldo Minò ha manifestato tutto il suo apprezzamento: «Sono orgoglioso di avere Antonio come nostro concittadino perché incarna la nostra realtà, una realtà di persone semplici e laboriose. Rappresenta un riscatto della nostra terra, il figlio che tutti vorrebbero». Nel mese di Agosto, ha poi ribadito il primo cittadino, una grande festa di popolo, acclamata a gran voce da più parti, accoglierà il campione di Le Mans.

 A fine conferenza lo scambio di doni. A nome di tutta la popolazione, il Sindaco Minò ha donato ad Antonio Fuoco il gagliardetto del Comune ed il campione ha ricambiato con la maglietta indossata prima della vittoria di Le Mans sulla quale ha scritto una dedica che racchiude tutta l’umiltà di chi, nonostante lo strepitoso successo, continua a rimanere con i piedi per terra: «Per il Comune e tutti i cariatesi, grazie di tutto».

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.