21 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
13 ore fa:Fu la Panaghia la prima chiesa di Rossano? C'è un indizio storico
16 ore fa:Imposte e Documento unico di Programmazione, torna a riunirsi il Consiglio comunale
13 ore fa:Il purgatorio è finito: la Rossanese è l’Eccellenza
18 ore fa:Era stato stato accusato di violenza, assolto un agente di polizia
20 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Calopezzati, dai Caputo alla scomparsa di Covella Ruffo
19 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Sconfitta interna "indolore" per la Caffe San Vincenzo: quarto posto blindato
11 ore fa:La Straface inaugura nuova punto politico a Rossano e parla di turismo: «Ci ispireremo a Tropea»
12 ore fa:Conte arriva a Corigliano-Rossano e con Stasi è amore a prima vista: «È una garanzia»
17 ore fa:La Lega Navale incontra l'Esecutivo: in vista nuovi progetti per Corigliano-Rossano

Sibari-Co-Ro, il progetto avanza spedito ma è alta tensione tra Rapani e Stasi

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - È un Ernesto Rapani soddisfatto quello apparso su Facebook ieri sera in cui ritorna sulla decisione del consiglio superiore dei lavori pubblici che ha approvato il tracciato che andrà da Sibari a Coserie (Corigliano-Rossano). «Ci tengo a ringraziare il sottosegretario Galeazzo Bignami e a tutto il suo staff per l’obiettivo raggiunto. È la conferma – sottolinea il Senatore di Fratelli d’Italia – dell’impegno assunto dal Governo Meloni per il Sud e, in particolare, per la fascia ionica».

Prima di Rapani, qualche ora prima, era intervenuto anche il sindaco Stasi all’esito della riunione del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici al quale il primo cittadino aveva preso parte da remoto. «L'importante organo di valutazione ha dato il proprio parere favorevole al tracciato che include il viadotto urbano col parco sottostante e la galleria per i due attraversamenti urbani, con alcune indicazioni di carattere tecnico - ha dichiarato il sindaco Flavio Stasi - un altro passo avanti verso un'opera che la città merita che abbiamo fatto in modo sia come la città merita».

Fin qui nessuna polemica e ovviamente grande soddisfazione, trasversale, per il nuovo importante, forse storico passo che il territorio sta per compiere nell’ottica di una nuova strada. Ancora una volta, però, a creare schermaglie tra le parti sono stati i tempi con cui è maturata la scelta di dare via libera alla soluzione del “corridoio ferroviario” e i modi attraverso i quali – finalmente – lunedì si arriverà alla approvazione della deroga al dibattitto pubblico (necessaria, ricordiamo, per accelerare l’iter di realizzazione della nuova arteria stradale).

E proprio Rapani puntualizza, rispetto all’euforia di Stasi: «Successivamente all’approvazione della finanziaria – ricorda il senatore di Fratelli d’Italia nonché componente della Commissione giustizia - è stato mio compito cercare di accelerare il processo e capire a che punto si trovasse l’iter. Mi sono reso conto che esisteva un verbale firmato dal sindaco di Corigliano-Rossano lo scorso 24 gennaio. All’interno di questo verbale l’Amministrazione comunale si impegnava a presentarsi in Consiglio comunale per approvare in tempi rapidi (e comunque prima del 28 febbraio, ndr) la deroga al dibattito pubblico. Lo stesso primo cittadino, nel post di ieri, ha dichiarato che non vi era alcun verbale».

Da qui la volontà di Ernesto Rapani di raccontare la verità e continua l’affondo nei confronti di Flavio Stasi: «Apprendiamo che il Sindaco, già nella prossima Assise civica, ha comunicato al Presidente del consiglio la diposizione per la discussione per la deroga del dibattito pubblico. Forse – conclude amaramente - avremmo potuto fare di più e meglio».

Questa la laconica la risposta del sindaco al senatore: «La nostra delegazione parlamentare – scrive il primo cittadino, ancora in replica e ancora su facebbok - non ha inciso minimamente nel percorso che abbiamo intrapreso nella scorsa primavera insieme ad Anas e Regione Calabria. Fossi nei panni della nostra autorevole delegazione parlamentare, invece, mi concentrerei – conclude - su quei pochissimi aspetti ancora da dirimere, ed in particolare sulla copertura finanziaria».

Insomma, lunedì prossimo ci aspetta un Consiglio comunale, all'esito del quale dovrebbe essere concessa la deroga al dibattito pubblico preliminare al progetto di fattibilità tecnico-economica, davvero ad altissima tensione.

Josef Platarota
Autore: Josef Platarota

Nasce nel 1988 a Cariati. Metà calovetese e metà rossanese, consegue la laurea in Storia e Scienze Storiche all’Università della Calabria. Entra nel mondo del giornalismo nel 2010 seguendo la Rossanese e ha un sogno: scrivere della sua promozione in Serie C. Malgrado tutto, ci crede ancora. Ha scritto per Calabria Ora, Il Garantista, Cronache delle Calabrie, Inter-News, Il Gazzettino della Calabria e Il Meridione si è occupato anche di Cronaca e Attualità. Insegna Lettere negli istituti della provincia di Cosenza. Le sue passioni sono la lettura, la storia, la filosofia, il calcio, gli animali e l’Inter. Ha tre idoli: Sankara, Riquelme e Michael Jordan.