2 ore fa:Anche Garofalo tuona contro l'Autonomia Differenziata
1 ora fa:Allerta caldo, le raccomandazioni del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria
2 ore fa:Lavoro e sicurezza, iniziativa interregionale della Cisl: "Conoscere per prevenire e tutelare"
3 ore fa:Cinghiali, Tavernise (M5s): «Occhiuto e Gallo rincorrono le emergenze»
2 ore fa:Affidato l'incarico di redazione del Piano della Toponomastica del Comune di Cassano
3 ore fa:Vaccarizzo, partono i lavori di ammodernamento della Strada Provinciale 180
49 minuti fa:All'Odissea2000 si fa anche educazione alimentare con tanti piatti di qualità
1 ora fa:La vicenda della Baker&Hughes «diventi una questione politica seria»
29 minuti fa:Iacucci e Bevacqua d’accordo con Occhiuto: «l’Autonomia Differenziata è un errore»
1 ora fa:"Per la Rinascita di Longobucco" denuncia il mancato rispetto delle quote di genere nella Giunta Comunale

Rossano, prosegue il cammino accademico della danzatrice Marianna Chiarelli

1 minuti di lettura
Prosegue il percorso accademico della nostra concittadina Marianna Chiarelli. Pochi giorni fa ha conseguito il Diploma Accademico di II° livello per l’insegnamento delle discipline coreutiche - indirizzo danza classica - presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma. L’AND è l’unico Istituto Italiano di Alta Cultura a riconoscere titoli relativi alle discipline coreutiche, e la nostra concittadina è la prima nella nostra regione ad ottenerne uno simile. Oltre alle già confermate qualità di danzatrice, frequentando i corsi del Biennio Specialistico per l’insegnamento della danza classica, ha acquisito gli strumenti necessari e fondamentali per l’insegnamento. La Chiarelli presso il Teatro Ruskaja dell’AND discute una tesi innovativa sui sistemi di notazione della danza classica, e ipotizza un sistema informatico ottenendo il massimo punteggio con lode. Il viaggio di Marianna, 25enne di talento, inizia nella nostra città nel Centro Studi Danza di Margherita Mingrone, scuola rinomata nel territorio. Parallelamente agli studi accademici di questi 5 anni, partecipa all’incontro di danza –tecnica Balanchine- con i primi ballerini del New York City Ballet, presso la sede del Balletto di Roma; si esibisce come danzatrice nella rielaborazione teatrale della Cavalleria Rusticana “A Lezione con Mascagni” (Titania Eventi e Oberon Arte e Cultura). Danza nella compagnia Jack Project 19 partecipando al Gran Galà della danza al Teatro Carcano di Milano nell’aprile 2011, oltre che ad esibirsi nel corpo di ballo dei vari balletti (Excelsior, Lo Schiaccianoci, Don Chisciotte) messi in scena dall’Accademia Nazionale presso il Teatro Grande dell’AND, l’Auditorium della Conciliazione di Roma, l’Auditorium di Parma e nella grande cerimonia d’apertura dei Mondiali di Nuoto di Roma del 2009 esibendosi con coreografie di due artisti di fama internazionale come Wayne McGregor e Ismael Ivo. Marianna è anche co-protagonista nel video “0-one” ideato e prodotto dalla coreografa Francesca Sani (RAI- Ti Lascio una Canzone, Video clip Buoni o Cattivi Vasco Rossi, ecc..) per l’IGF Italia 2011, video finalista al Jumping Frames International Video Dance Festival di Hong Kong. La danceur rossanese inoltre nel gennaio 2014 posa per un innovativo progetto di foto-danza in 3D che sarà presentato nei prossimi mesi alla Fondation Suisse pour la danse in Svizzera. Le competenze coreutiche della neo-laureata sono già impegnate nella realizzazione di una coreografia per le allieve del I° e del II° anno del Liceo Coreutico di Crotone, nell’ambito del progetto PON “Poesia, Musica, Danza..” dell’istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore“G. V. Gravina”. Ed è proprio alla fine degli studi che inizia il vero percorso nel quale competenza, conoscenza e disciplina, acquisite nell’ambiente accademico, saranno le fondamenta sulle quali costruire un futuro in continua crescita con forza, determinazione e dedizione.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.