4 ore fa:Azione mette radici anche nel Pollino, De Bartolo è il nuovo coordinatore territoriale
21 minuti fa:Fede e cultura popolare: a Co-Ro una mostra dal titolo "Ricordi della Passione"
4 ore fa:Con Barbieri la tradizione enogastronomica diventa itinerante: spopolano gli Zafarani Cruschi
56 minuti fa:Incendio negli uliveti storici di Rossano: minacciati due frantoi
3 ore fa:Nuova Sibari-Co-Ro, atteso l'Accordo isituzionale Occhiuto-Simonini. Poi la gara d'appalto
1 ora fa:Castrovillari, XIX edizione di “Suoni Festival”: tutto pronto per gli ultimi due appuntamenti
1 ora fa:La fine di Ulysse: «Uccisa in canile piuttosto che affidata»
5 ore fa:Un mare di ecosostenibilità senza barriere: al via la seconda edizione di Mototerapia a Cariati
3 ore fa:Cgil Pollino-Sibaritide-Tirreno su Orlando Bonadies: «Giustizia fatta»
2 ore fa:Poste Italiane presenterà un nuovo francobollo dedicato al Parco nazionale della Sila

Convegno di “Identità e Democrazia” al Castello Ducale: «appuntamento importante e propositivo»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Un’importante iniziativa che ruota attorno alle politiche di sviluppo e coesione sociale del territorio, in nome della condivisa sensibilità. È questo il fulcro del momento d’incontro e confronto che si terrà il prossimo venerdì 26 maggio, alle ore 17.00, presso il Salone degli Specchi del Castello Ducale di Corigliano Rossano.

“Politiche per un mondo nuovo. Analisi e previsioni economiche per l’Italia e l’Europa”. Questo il tema del convegno, organizzato nell’ambito delle iniziative promosse dal Gruppo “Identità e Democrazia” del Parlamento Europeo, che si pone l’obiettivo di tracciare un focus sul tema e altresì evidenziare possibili soluzioni da mettere in campo per il rilancio economico.

A sottolineare la valenza dell’iniziativa, in una nota congiunta, Domenico Furgiuele, deputato della Lega, e Maria Carmela Iannini, responsabile regionale Dipartimento Economia Lega Calabria, tra i relatori dell’appuntamento unitamente a Giacomo Saccomanno, commissario regionale della Lega in Calabria, e ad esponenti di primo piano in ambito nazionale ed europeo.

«La giornata del 26 maggio in programma al Castello Ducale – dichiarano Furgiuele e Iannini – si configura come un propositivo incontro per addivenire a proficui risultati condivisi, in nome di obiettivi non astratti ma perseguibili attraverso la tangibile realizzazione di politiche economiche mirate ed efficaci. L’autorevole presenza dell’On. Antonio Maria Rinaldi, eurodeputato e membro della Commissione ECON al Parlamento Europeo, dell’Alberto Bagnai, deputato, e del Senatore Claudio Borghi, membro del Copasir, rendono bene l’idea di quanto sia alta l’attenzione, da parte della nostra area politico-istituzionale, nei confronti del Sud Italia, della Calabria e, in particolar modo, della Sibaritide e della Città di Corigliano-Rossano. La scelta di promuovere un dibattito di siffatta portata, e con i suddetti esponenti di prestigio, conferma l’interesse e la sensibilità per un territorio e le sue innumerevoli potenzialità».

 

«L’opportuna sede – aggiungono Furgiuele e Iannini – per esaminare l’attuale momento storico, non privo di complessità nel contesto nazionale ed europeo, ed affrontare con decisionismo tutti gli idonei interventi da attuare per fornire sostegno concreto alle famiglie e alle imprese. L’incontro, quindi, punta ad aprire una riflessione su come la politica economica debba agire in questo mondo nuovo, sulle sfide che esso presenta per la distribuzione del reddito, su come la transizione ecologica abbia contribuito a creare certe criticità e su come si dovrebbe intervenire per disinnescarle. Un’iniziativa che, ne siamo certi, registrerà la partecipazione dei cittadini e delle forze economiche, sociali e produttive, vera linfa vitale del territorio».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.