5 ore fa:Quando piove e "vengono a galla" tutti i problemi di un territorio
4 ore fa:Il rossanese Luigi Canotto è il miglior giocatore della Serie b del mese di novembre
8 ore fa:Corigliano-Rossano fa scuola di “buone pratiche”
7 ore fa:Manovra finanziaria, la Cisl chiede modifiche su investimenti, pensioni, politiche dei redditi e sanità
6 ore fa:Per Stasi la fusione «ha sconvolto assetti di potere e sistemi di convenienza radicati»
7 ore fa:Dopo quasi 40 anni tornano in Calabria tre rotabili d’epoca di inestimabile valore
4 ore fa:Urbanistica, consumo di suolo zero e città verticali inesistenti: questo Psa è un piano fallimentare
6 ore fa:Torna "Retake" con un nuovo appuntamento a tema natalizio: "Com' nu presep"
3 ore fa:Ramificazioni Festival, continuano gli appuntamenti della danza d'autore
6 ore fa:Olivo sugli eventi natalizi: «Iniziative annunciate solo 24h prima. Nessuna programmazione e zero marketing»

Mazza ringrazia quanti lo hanno votato e annuncia la nascita del Progetto Jonia

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «La competizione elettorale è giunta, dopo concitate settimane, al termine.  Preliminarmente mi sento di ringraziare i 5000 elettori che hanno riposto fiducia sul progetto che mi onoro di portare avanti, insieme ad altri amici e simpatizzanti che promuove il doppio capoluogo (Corigliano-Rossano e Crotone) e l’istituzione di un’Area metropolitana che si racchiude nell’Arco Jonico da Gallipoli a Crotone. Mi ritengo soddisfatto del risultato raggiunto e colgo l’occasione per ringraziare il movimento di Azione-IV per avermi proposto la candidatura alla Camera dei Deputati – collegio uninominale CO-RO-KR ed accettato la necessità, perché provengo dal mondo del civismo, di candidarmi da indipendente. È stata una bella esperienza, che mi ha formato e fatto conoscere un mondo a me finora sconosciuto. Pregi e difetti, come ogni esperienza. Tra le positività l’avvio di relazioni costanti, nuove conoscenze, e l’impatto con l’opinione pubblica nella veste di candidato».

È quanto scrive in una nota stampa Domenico Mazza, indipendente Candidato al Collegio Camera uninominale CO-RO-KR per la federazione Azione-Italia Viva.

«Tuttavia, - aggiunge - non tutto è stato rose e fiori. A partire da alcune consapevolezze non nuove: personaggi che si dicono contrari al centralismo a parole e poi nei fatti, nelle fasi topiche, mollano il progetto per sostenere chi lo osteggia. La nostra è una terra atipica! Il progetto Magna Graecia e del Gruppo Jonia è mal visto dai Capoluoghi storici per ragioni ancora oggi, in parte, incomprensibili. Ai Capoluoghi storici è legata la classe politica delle aree marginalizzate. Per queste ragioni sul progetto incassiamo formalmente molti “no” dai rappresentanti che svolgono ruoli istituzionali. Per le citate motivazioni si era tentato tempo fa un passaggio nel quale trasformare il Comitato Magna Graecia in associazione politico culturale. Molti aderenti all'idea, al sol pensiero di scendere in campo, scapparono a gambe levate. A quel punto, a titolo personale, non mi restava che provare. Ho risposto all'offerta di una candidatura da parte del terzo polo, ribadisco da indipendente. Ho accettato la sfida non già immaginando vittorie finali, quanto per verificare chi, effettivamente, credesse nella possibilità di declinare in maniera diversa un territorio.  Ora mi è molto più chiaro!».  

«Desidero ringraziare tutte le cittadine ed i cittadini del Collegio CO-RO-KR che hanno deciso di concedermi la loro fiducia. Qualcuno dirà che non sono tantissime. Aggiungo: neppure poche, per un neofita della politica sganciato da logiche di apparato, da partiti, o portatori di voti. Un quantitativo di consensi per nulla scontato che testimonia la condivisione dei contenuti e dell'impegno profuso all'idea di una diversa visione del territorio per le aree della Sibaritide e del Crotoniate. Un'idea nata anni prima rispetto al 25 agosto scorso. E, coraggiosamente, portata avanti da oltre tre anni con il Comitato Magna Graecia».

«Il corpo elettorale, nelle urne, ha decretato una vittoria già scritta. Al Senatore, Ernesto Rapani, ed ai Deputati, Domenico Furgiuele, Vittoria Baldino e Nico Stumpo, eletti nei collegi di Corigliano-Rossano, tra sistema uninominale e proporzionale, porgo i miei complimenti. A loro auguro di poter rappresentare al meglio un territorio dalle immense potenzialità, ma troppo spesso dimenticato: l'Arco Jonico».

«Come ricorderete avevo rassegnato le mie dimissioni da componente del Direttivo Magna Graecia, esplicando la mia discesa in campo a titolo puramente personale. Approfitto per comunicare la prossima nascita del Progetto Jonia. Quest'ultimo che si pone come naturale evoluzione dell'idea-progetto Magna Graecia, assolutamente neutro e apartitico, sarà ufficializzato con la pubblicazione di un libro sul tema. Continuerò ad occuparmi delle tematiche riguardanti l'Arco Jonico e lo farò con la forza e la determinazione di sempre. Rinfrancato, anche, dai circa 5000 consensi ottenuti. Ringrazio il terzo polo per avermi concesso questa meravigliosa opportunità che resta comunque un'esperienza importante e formativa e della quale non mi sono affatto pentito. Neppure per un istante. Ringrazio, ancora, quegli Amministratori che si sono dimostrati vicini alla mia visione, dimostrando di credere non già a Domenico Mazza, ma alla valenza delle mie, nostre, idee».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.