2 ore fa:Il “Movimento per la Vita” di Co-Ro compie 36 anni: da marzo diversi appuntamenti per celebrare l’evento
15 ore fa:Cariati, studenti in piazza per ricordare l’Olocausto e allontanare ogni forma di discriminazione
16 ore fa:SS106, sempre più concreta la progettazione sulla Crucoli-Kr-Cz: la Sibaritide ora rischia il sorpasso
16 ore fa:Un francobollo per Giovanni Verga, così Poste italiane omaggia lo scrittore del "verismo"
2 ore fa:Mensa a Co-Ro, per il sindaco «il benessere degli studenti è al primo posto» e revoca il servizio in atto
3 ore fa:Nasce la Confederazione Pasticceri italiani Calabria: «Una bella e dolce realtà»
52 minuti fa:Truffe online, poche e semplici regole per evitare spiacevoli sorprese e salvaguardare il nostro conto
1 ora fa:Situazione grave nella Sanità calabrese, “De Magistris Presidente” appoggia lo sciopero dell’Usb
23 minuti fa:Da Cassano un appello per rilanciare e potenziare la rete oncologia territoriale
1 ora fa:«Rilanciare la sede Inrca di Cosenza» è l’appello di Loizzo (Lega) al presidente Occhiuto

Co-Ro, il gruppo "Azione" si prepara per il primo congresso provinciale

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «Tutto è pronto per il primo congresso di "Azione" nella provincia di Cosenza. Il partito guidato dall'europarlamentare Carlo Calenda, già Ministro dello sviluppo economico e dal senatore Matteo Richetti, forte di un'ascensa encomiabile nel consenso popolare, che lo ha condotto a divenire, nel giro di appena due anni, la sesta forza politica della Nazione, nonché, alle scorse elezioni per il rinnovo del consiglio comunale della città di Roma, il primo partito per preferenze, si appresta ad eleggere, proprio nella provincia cosentina, i propri dignitari».

Ad annunciare detta consultazione elettorale, che si svolgerà – dato il particolare momento – in via telematica, nella giornata di domenica 16 gennaio, sono il consigliere comunale Francesco Madeo, che ricopre, proprio nel partito, il ruolo di coordinatore regionale, ed il referente cittadino Giovanni Le Fosse.

«É da sottolineare come, proprio nella città di Corigliano Rossano, in appena un mese, sono state sottoscritte quasi duecento tessere, dato significativo che lascia spazio a pochi dubbi: il progetto politico ha riscosso, fin dalle primissime battute, grande attenzione e notevole partecipazione da parte della cittadinanza».

«Ed è stato proprio il gruppo di Corigliano Rossano, forte del fervido interessamento del referente cittadino Giovanni Le Fosse e della sua opera motivazionale a presentare la mozione agli organismi nazionali, già in piena campagna congressuale, che porterà al conferimento delle cariche dirigenziali, trainando, così, tutti gli altri iscritti della provincia cosentina».

«Un progetto ambizioso, dunque, ma soprattutto concreto, che vede le diverse centinaia di tesserati impegnati a scrivere una nuova pagina dello scenario politico cosentino. Azione è, quindi, pronta a presentarsi ufficialmente e con numeri ragguardevoli a qualunque confronto su temi e argomenti di interesse sociale e territoriale anche in Calabria, e lancia la sua sfida ideologica, che la configura come forza politica progressista, social liberale e fortemente europeista, improntata ai princìpi del socialismo liberale di Carlo Rosselli, al liberalismo sociale di Piero Gobetti ed al popolarismo di Don Luigi Sturzo, in vista di un unico obiettivo: riformare e riformulare la politica italiana, secondo quello che è il motto del partito "L'Italia è più forte di chi la vuole debole».

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie delle informazioni. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia