4 ore fa:Europee e Amministrative, Rosato (Azione) arriva in Calabria
1 ora fa:La Coalizione a sostegno di Straface rimanda le accuse al mittente: «Le 'mmasciate sono del sistema Stasi»
3 ore fa:Le ciminiere Enel saranno presto demolite: ora abbiamo anche la data. Ecco quando
1 ora fa:Per Molinaro (Lega) «la SoriCal ha cambiato marcia»
2 ore fa:Gli studenti di Castrovillari portano in scena "Otello a pezzi"
2 ore fa:Il Movimento Turismo del Vino presenta l'edizione 2024 di "Cantine aperte"
5 ore fa:Monitoraggio fondi europei, rinnovato il Protocollo d’Intesa tra Regione e Guardia di Finanza
4 ore fa:Il Museo Alessandrino della Maschere è realtà: inaugurato nel cuore del Pollino
49 minuti fa:«Serve una politica europea più attenta ai bisogni del mondo agricolo»
3 ore fa:Co-Ro, convocata la conferenza dei capigruppo consiliari

Sibari, lo spettacolo "Cassandra o dell'inganno" sostituirà Arithmos

3 minuti di lettura

SIBARI - Avvicendamento necessario nel programma di "#sibarinprogress, lo spettacolo della cultura", rassegna organizzata dal Parco Archeologico di Sibari, istituto autonomo del Ministero della Cultura guidato dal Ministro Gennaro Sangiuliano, con il patrocinio del Comune di Cassano Jonio, in collaborazione con il consorzio Terre di Cosenza Dop, il Peperoncino Jazz Festival e Catasta Pollino.

Cassandra o dell'inganno di Elisabetta Pozzi sostituirà Arithmos di Giancarlo Cauteruccio ed Elisabbetta Pozzi, originariamente previsto, a causa della subentrata indisponibilità del maestro Giancarlo Cauteruccio. Non cambierà, invece, la data per lo spettacolo previsto per venerdì 4 agosto al Parco archeologico di Sibari alle ore 22:00.

"Cassandra o dell'inganno" è una produzione del Centro Teatrale Bresciano. Elisabetta Pozzi, tra le maggiori artiste della scena italiana, da molti anni lavora intorno ai grandi archetipi del Mito: Elektra di Hoffmansthal, Medea, Ippolito e Ecuba di Euripide, Elena e Fedra di Ghiannis Ritsos, sono soltanto alcuni dei testi che ha affrontato nel corso della sua carriera.

Tra i personaggi più frequentati in questo lungo dialogo con le radici del teatro occidentale c'è Cassandra, oggetto di numerosi studi e spettacoli di cui questo è l'ultima tappa.

Elisabetta Pozzi ha costruito una drammaturgia originale che, partendo dalle tragedie di Eschilo ed Euripide, compie un affascinante percorso intorno alla profetessa troiana cui Apollo ha dato il dono di prevedere il futuro e insieme la condanna di non essere creduta, raccogliendo liberamente suggestioni e riletture da grandi testi e autori di ogni tempo, da Seneca a Christa Wolf, da Omero a Ghiannis Ritsos fino a Wislawa Szymborska e Pier Paolo Pasolini. In un montaggio serrato e avvincente emerge un ritratto originale di una delle figure femminili di più profonda tragicità, per l'impotenza e la tremenda solitudine che la connotano nel sostenere il peso della conoscenza. Dispiegando il suo immenso e magnetico talento, Elisabetta Pozzi porta in scena una figura di strabiliante modernità, in cui convivono forza e fragilità, dando corpo e voce a un personaggio indimenticabile. In questo emozionante spettacolo il mito di Cassandra prende nuovamente vita sotto i nostri occhi, attraversando le epoche con la sua dolorosa e inascoltata capacità di preveggenza, fino a prefigurare, nel potente epilogo scritto a quattro mani con Massimo Fini, un futuro incerto per la nostra civiltà orfana di identità, in cui l'uomo moderno – con la sua incapacità di porsi dei limiti – "è ormai diventato un minuscolo ragno al centro d'una immensa tela che si tesse ormai da sola, e di cui è l'unico prigioniero". Il compositore Daniele D'angelo ha creato una partitura musicale e sonora originale e raffinata, un filo rosso che attraversa lo spettacolo intrecciandosi alle parole alte, ipnotiche ed attualissime di Cassandra.

Info navette spettacolo Vinicio Capossela: Dal Parco archeologico di Sibari arriva anche una ulteriore info di servizio riguardante anche un altro spettacolo che si terrà al Parco del Cavallo e riferito alla rassegna Armonie d'arte Festival, organizzato dall'omonima Fondazione e con la direzione artistica di Chiara Giordano. Mercoledì 2 agosto alle ore 22.00, infatti, toccherà a Vinicio Capossela esibirsi in uno dei pochi concerti estivi anteprima del tour autunnale, con la sua ultima produzione Tredici canzoni urgenti, album appena uscito per la prestigiosa etichetta Parlophone\Warner e che ha da poco ricevuto la Targa Tenco per il miglior album.

Per questa occasione, in collaborazione col Comune di Cassano Jonio, sia per permettere agli utenti di Marina e dei Laghi di Sibari di raggiungere agevolmente l'area del Parco del Cavallo, sia per evitare affollamenti e problemi di accesso all'area archeologica, saranno attive due navette.

Mentre per tutti coloro verranno da fuori sarà a dispozione un bus dedicato che partirà dall'apposita area parcheggio individuata nei pressi di Marina di Sibari nella zona dei villaggi turistici conosciuta anche come Ex-Insud ed individuabile su Google Maps con le coordinate: 39.746986299618364, 16.468286324250737 oppure cercando "Palazzo Compagna". Per il resto sarà prevista apposita segnaletica e un dispiegamento di quattro pattuglie della Polizia Locale. Per i dettagli delle navette, invece, si può fare riferimento all'infografica allegata. Il bus partirà almeno un'ora prima e farà la spola continua tra l'area parcheggio e il Parco del Cavallo. La stessa organizzazione verrà posta in essere anche per l'altro concerto di Armonie d'Arte Alice Canta Battiato previsto per il 28 agosto.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.