8:01 pm:"Ci sono Anch'io" il vissuto di un'associazione che ha rivoluzionato il mondo del sociale
5:01 pm:Michele Sapia (Cisl): «I danni al territorio sono il risultato di anni di leggerezze»
6:00 pm:Biodiversità marina, dalla Regione Calabria 200mila euro del FEAMP
7:30 pm:Grazie ad Azione Verde nasce in Nigeria una nuova squadra di calcio. Le divise arrivano da Trebisacce
6:01 pm:"Piccoli Passi", la Cassazione annulla la condanna per un imprenditore
5:01 pm:“Guardarsi dentro… con gli occhi di Dio” libro per le coppie scritto da don Franco Romano
7:01 pm:Sulla questione del depuratore interviene Antoniotti: «Stasi rifiuta le risorse in cambio di uno ‘’studio di fattibilità’’»
6:01 pm:Emergenza Covid, Corigliano-Rossano a 912 casi: Stasi applica il "mini-lockdown"
5:50 pm:Sanità, Spirlì e Orsomarso visitano il 118 di Cosenza: «Spina dorsale del nostro sistema»
6:01 pm: Francesco Madeo: «Errori sul calcolo dei positivi nella Sibaritide? Secondo l'Asp di Cosenza sì»

Carabinieri Corigliano: nasconde l'eroina tra la vegetazione di un agrumeto. Un arresto a Cassano

1 minuti di lettura
CASSANO Nel pomeriggio di ieri i militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro hanno arrestato un ventiseienne per detenzione illecita di sostanza stupefacente del tipo eroina. Nello specifico i Carabinieri della Tenenza di Cassano all’Ionio durante un servizio di osservazione notavano un giovane cassanese che con fare sospetto si addentrava all’interno di un agrumeto sito in contrada Garda e dopo aver cercato fra gli arbusti nella fitta vegetazione, tirava fuori un grande confezione sigillata che provvedeva in modo fulmineo a celare sotto i propri indumenti. Tali movimenti sospetti non passavano inosservati ed i militari, ritenendo che quello appena prelevato dal ragazzo potesse essere stupefacente, si avvicinavano con tutte le cautele del caso allo stesso. Arrivati davanti al giovane cassanese si qualificavano, chiedendo cosa nascondesse sotto i propri indumenti. Ma la reazione del ragazzo era tanto improvvisa, quanto inaspettata e tentava una disperata fuga per le campagna circostanti. Durante la corsa i Carabinieri notavano anche che lo stesso tentava di disfarsi della confezione poco prima prelevata, lanciandola fra la vegetazione. Ma ben presto il fuggitivo veniva raggiunto, mentre altri militari provvedevano a recuperare il “bottino” di cui lo stesso si era goffamente sbarazzato. Veniva aperto ed all’interno si trovava dell’eroina purissima confezionata in delle buste di cellophane, che sottoposta ai dovuti accertamenti si appurava essere del peso di 20 grammi. Nella confezione veniva anche rinvenuto un bilancino di precisione, che sarebbe dovuto servire per la successiva pesatura e divisione della sostanza in dosi. I militari estendevano la perquisizione anche presso la vicina abitazione del cassanese, non reperendo altri elementi utili. Il soggetto, M.P. 26enne cassanese, incensurato, veniva, quindi, accompagnato in caserma, dove sulla base degli elementi raccolti e d’intesa con il Sostituto Procuratore di turno della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla, veniva dichiarato in stato d’arresto per detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Lo stesso veniva accompagnato presso la Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’A.G.  
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.