Ieri:La Diocesi di Rossano Cariati si prepara alla 50^ edizione delle Settimane sociali dei cattolici
9 ore fa:Accordo Quadro Anci-Conai 2020-2024, giornata di approfondimento alla Provincia
10 ore fa:Amministrative a Co-Ro, presentata la lista della Lega a sostegno di Straface
Ieri:La pioggia bagna le piazze di Straface e Stasi: ma la campagna elettorale è già un bollore di attacchi
6 ore fa:Patologie reumatiche, due giornate di approfondimenti all'Unical
11 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Il Principato di Campana, Regno indiscusso dei Sambiase per oltre un secolo
12 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
7 ore fa:Il Metropolita Polykarpos accolto a Corigliano-Rossano: giorno memorabile per la comunità greco-ortodossa cittadina
4 ore fa:Baldino (M5s) attacca Occhiuto: «Con la faccia di bronzo fa campagna elettorale nell'Alto Jonio, luogo saccheggiato e depredato»
5 ore fa:Ballarati, autore castrovillarese, conquista anche Napoli

Saranno otto i medici cubani destinati all'ospedale di Castrovillari: «Siamo soddisfatti»

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - «Saranno otto i medici cubani destinati all'ospedale di Castrovillari. Si tratta di un cardiologo, due chirurghi, un pediatra, un medico di Pronto Soccorso e tre anestesisti». Ad annunciarlo con soddisfazione è il consigliere regionale Ferdinando Laghi a margine della riunione conclusasi alle 14 di oggi con i vertici dell'Asp di Cosenza. «Una notizia - continua il Consigliere Laghi - che ci soddisfa e a cui si aggiunge l'esplicita assicurazione che nessuno dei medici attualmente in forza presso l'ospedale di Castrovillari sarà spostato in altra struttura». Il risultato ottenuto giunge dopo i sit-in che, lo ricordiamo, sono stati tenuti per sei settimane davanti al nosocomio del Pollino proprio per evidenziare le diverse problematiche che attanagliano il presidio ospedaliero.

«Nel corso dell'incontro - aggiunge Laghi - si è parlato delle iniziative che l'Azienda Sanitaria ha in animo di fare da ora a dicembre, per migliorare, sul territorio dell'ASP, l'offerta sanitaria pubblica. Ho anche consegnato al Direttore Generale il documento elaborato con i contributi esitati dai sit-in fatti, in cui c'è un report completo contenente anche quello che gli operatori dell'ospedale di Castrovillari hanno indicato. Nel documento - conclude Lagh i- ho riportato anche la necessità di una efficiente organizzazione territoriale con il mantenimento degli attuali rapporti di afferenza all'Ospedale di Castrovillari di quello di Trebisacce, nonché la corretta ridefinizione dei distretti sanitari».

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

26 anni. Laurea bis in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia