10 ore fa:Dramma della solitudine a Rossano: un giovane uomo trovato morto in casa
7 ore fa:«Nessuno smantellamento in atto sulle piste da sci di Lorica»
11 ore fa:Sviluppo delle aree rurali: circa sei milioni per 78 comuni calabresi
9 ore fa:Castrovillari, l’associazione “Solidarietà e Partecipazione” in prima linea per la tutela e del verde pubblico
11 ore fa:La Calabria protagonista di “Borghi da Raccontare”
9 ore fa:Dimore storiche, Amarelli: «Bisogna investire di più sul patrimonio calabrese»
10 ore fa:Sanità in Calabria, De Caprio: «Quando c’è equilibrio nella governance i risultati arrivano»
9 ore fa:Pesca sperimentale sardella, la Regione replica a Martilotti: «Tutto legittimo»
8 ore fa:Corigliano-Rossano, approvato il protocollo d’intesa e collaborazione “Lingua migrante”
9 ore fa:Ipertensione arteriosa: quali sono i fattori di rischio, i sintomi e come fare prevenzione

Castrovillari, nel giorno della Madonna del Castello nessun nuovo positivo

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - Una giornata speciale, quella di oggi, per i cittadini castrovillaresi. Persino il Covid, nel giorno dell'incoronazione dell'amata Madonna del Castello, sembra essersi fermato non contando nessun nuovo positivo a fronte di ben 83 tamponi antigenici.

Come tutti i giorni, il dato viene dal presidio gestito dalla Croce Rossa insieme ad Anpana, Protezione Civile e Lipambiente che, nell'area mercatale, in modalità drive-in, effettua lo screening della popolazione attraverso tamponi antigenici di ultima generazione. Un numero che fa maggiormente gioire, proprio nel giorno che, prima della pandemia, apriva le giornate di festività dedicate alla patrona della città. Il dato di oggi, però, non deve far abbassare la guardia. Se è vero che il virus sembra dare una tregua, è necessario però continuare a rispettare le norme che consentono di tenerci lontani dal contagio.

Complici le temperature, a Castrovillari è scoppiata la primavera e con il caldo, si spera, potrà abbassarsi il rischio della diffusione del virus.

Paola Chiodi
Autore: Paola Chiodi

Curiosa, solare e precisa. Laureata in Comunicazione e Dams all'Università della Calabria, ha perfezionato gli studi con un Master in Giornalismo e Comunicazione insieme alle più grandi firme del panorama nazionale. Dal copywriting e la comunicazione per il web è entrata da subito nel mondo del giornalismo televisivo, come inviata e conduttrice di format, speciali e servizi. Si occupa di eventi culturali, per i quali è responsabile dell'ufficio stampa e cura la comunicazione istituzionale di associazioni e confederazioni nazionali. La sua più grande passione è l’arte, ma adora anche il vintage e il teatro (dalla commedia all’opera).