6:01 pm:Castrovillari: Lo Prete sui troppi e frequenti incidenti dei Ponti di Virtù: «Intervenire per la sicurezza»
4:30 pm:Mancato rinvio provinciali, Spirlì al Governo: «Non parteciperò più alla Stato-Regioni»
4:30 pm: Il Carabinieri pongono sotto sequestro un’autofficina
5:01 pm:Covid: a Cassano la situazione è delicata. Papasso preoccupato: «I contagi stanno salendo, pronto a provvedimenti duri»
6:01 pm:Giornata della memoria: la nipote di Simone Wiesenthal, Roberto Olla e Anna Piperno dialogano con gli studenti dell’I. C. Cariati
6:30 pm:Calabria sempre più "Terra di Mezzo" delle dinamiche politiche nazionali
8:01 pm:«Mi era stato diagnosticato un tumore. Da lì sono rinata». Il racconto di Brunella che ha vinto la sfida con il cancro
5:55 pm:Ex Ospedale di Cariati, resta alta l’attenzione della Giunta
8:01 am:Corigliano-Rossano: crescono i contagi nella fascia 0-16 anni. Sono 94 i minori attualmente positivi
6:01 pm:Per la Calabria ancora zona arancione, ma è tra le migliori regioni con "rischio basso"

Arrestato un 40enne rumeno per maltrattamenti ai familiari

1 minuti di lettura

La Squadra Mobile ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere

In particolare, in base alle indagini condotte dagli uomini della 3^ Sezione Reati contro la persona, reati sessuali e reati in pregiudizio di minori della Squadra Mobile, l’uomo poneva in essere condotte gravi e reiterate offendendo l’onore e il decoro della moglie, anche in presenza dei figli minori, svilendone quindi la figura di madre e consorte, picchiandola e minacciandola talvolta di morte e altre volte di renderla inferma per la vita. Più specificamente, è stato ricostruito come la donna, nel corso degli anni, sia stata vittima di continui atteggiamenti offensivi, minacciosi e violenti da parte dell’uomo che ha sempre tenuto nei suoi confronti una condotta vessatoria, riducendola ad uno stato di profonda prostrazione  fisica e psicologica. Tale condotta non si è interrotta neanche innanzi alla presenza dei figli minori che sovente hanno assistito a comportamenti violenti ed oltraggiosi nei confronti della loro madre, appellata dall’uomo con espressioni quali «non sei adatta a fare la mamma …. Sei una cretina, analfabeta…» e ancora rivolto ai figli «vostra madre è una troia… lorda». La insultava ripetutamente, con reazioni violente quali rottura di tazze e di altre suppellettili, passando poi a percuoterla con schiaffi al viso, pugni, tirandola per i capelli ed afferrandola per il collo, arrivando anche a farle sbattere la testa contro un camion, così da cagionarle ferite sanguinanti. Questi episodi si sono ripetuti nel tempo e l’uomo è giunto anche a minacciarla dicendole «fino a quando non entro in galera, o ti ammazzo o, se non riesco, ti metto inferma per la vita, così non potrai crescere i figli». L’atteggiamento aggressivo e violento dell’uomo nei confronti della moglie, che è stato tale da costringere la donna a vivere con il terrore di essere aggredita ed uccisa, è stato infine puntualmente ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile e riferito alla Procura della Repubblica che in brevissimo tempo ha richiesto e ottenuto dal G.I.P. l’emissione dell’odierno provvedimento restrittivo. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cosenza.  
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.