18 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
21 ore fa:Strage di vitelli sulla statale 534: all'alba auto danneggiate e feriti
17 ore fa:Camigliatello Silano, al via il Summer School: "Progettazione e realizzazione di strutture di legno"
14 ore fa:La conferma del solstizio d'estate: l'Elefante dell'Incavallicata è allineato con il sole al tramonto
19 ore fa:Ammodernamento tecnologico per gli ospedali della Sibaritide-Pollino: ecco le novità
Ieri:Corigliano-Rossano, le opposizioni: «Stasi non è l’amministratore di una srls»
21 ore fa:Civita: inizia la terza sindacatura di Alessandro Tocci
11 ore fa:Cariati, l'incontro con la cultura afro-nigeriana chiude il Festival Interculturale “Sguardo e Mondi”
16 ore fa:Calabria, "L’acqua di San Giovanni" e “E cummari du mazzettu”
Ieri:Brucia la Valle del Coscile: fiamme minacciano il santuario della Madonna del Castello

Inaugurata la prima tartufaia sui terreni in uso al Crea

1 minuti di lettura

COSENZA - La Presidente della Provincia Rosaria Succurro ha inaugurato questa mattina, sui terreni adiacenti l’Università della Calabria in uso al Crea peraltro di proprietà della Provincia di Cosenza, la prima tartufaia lì realizzata. 

A seguire, la Presidente ha partecipato a un convegno nazionale sul tartufo di Calabria.
«Sono felice e orgogliosa, perché della tartufaia potranno usufruire anche i ragazzi ipovedenti e più in generale le persone con problemi di vista, grazie alla stretta collaborazione con l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti e a un’importante sinergia con la Regione Calabria, l’Arsac, i Carabinieri forestali e lo stesso Crea (Centro per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria), che sta operando benissimo proprio su programmi del genere», ha commentato Rosaria Succurro a margine dell’inaugurazione.

Altra ragione di gioia e di orgoglio è stata, per la Presidente della Provincia, la presenza degli istituti agrari e alberghieri della provincia di Cosenza, che «sono scuole professionali su cui sto puntando molto, in quanto rappresentano un punto fermo e di forza che va sempre più sviluppato per valorizzare le nostre peculiarità. Come Provincia di Cosenza, insomma, investiamo su un patrimonio di enorme valore: natura, cultura e formazione, che significa capacità di generare turismo e di offrire ospitalità e ristorazione di eccellenza», ha aggiunto la Presidente sottolineando altresì che il tartufo è un’avanguardia della nostra regione e può essere anche elemento di sviluppo turistico: «Non può e non deve mancare, pertanto, la vicinanza dell’istituzione».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.