2 ore fa:La Vignetta dell'Eco
5 ore fa:Polizia, settimana di controlli: 234 infrazioni al Codice della Strada, 7 auto sequestrate e 9 patenti ritirate
3 ore fa:«Dietro ogni femminicidio c'è tutto il dolore, il trauma, la solitudine e la difficoltà di chi resta»
3 ore fa:Ponte sullo Stretto, Sofo e Nesci (FdI) chiedono di inserirlo automaticamente nella rete Ten-T
1 ora fa:Sulla Strada Statale 106 bagarre tra le forze politiche
1 ora fa:In Calabria le sale slot chiudano a mezzanotte
2 ore fa:Oggi è la giornata dell’Olivo. Per la Sibaritide dovrebbe essere la ricorrenza per eccellenza e invece…
4 ore fa:Identità e ritorno alla terra, riparte il format "Fatti Food"
4 ore fa:Maltempo, a Co-Ro allerta gialla confermata anche per domani: resta alta l’attenzione su tutto il territorio
4 ore fa:Cosenza celebra il 75esimo Anniversario della nascita della Polizia Stradale

Calabria Blues Passion, grande successo per il Memorial dedicato a Marco Fiume

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Freddie Maguire, Nick Becattini Band, Walking Trees, Peter Karp & Friends. Sono stati questi artisti internazionali ad animare la 19a edizione del Calabria Blues Passion-Memorial Marco Fiume, il festival dedicato al genere musicale di origini afroamericane più importante in Calabria. Ed è stata sicuramente una tra le edizioni più elettrizzanti e divertenti grazie alle performance di solisti e band, conclusa con un immenso Peter Karp sceso tra il pubblico a far vibrare la sua chitarra e le note della sua musica.

La due giorni, come sempre è stata organizzata dalla "Associazione Musicale Marco Fiume", presieduta da Maria Giulia Sorrentino che riveste anche la direzione artistica del festival. I quattro concerti sono stati presentati dalla giornalista Anna Minnicelli che ha introdotto le band e gli artisti che si sono esibiti alla Torre Sant'Angelo. Maguire, Becattini, i Walking Trees e Peter Karp & Friends hanno offerto spettacoli intensi, alternando brani inediti a cover dei grandi bluesman della storia, alcuni dei quali saliti in tutti questi anni sul palco del Calabria Blues Passion - Memorial Marco Fiume.

Intensa anche la cornice di pubblico che ha dimostrato di apprezzare i concerti, non facendo mancare calore e passione trasmessi ai musicisti: «Abbiamo dato vita al sogno di Marco, portare in Calabria un pezzo d'America», afferma Maria Giulia Sorrentino.

La presidente dell'associazione, direttrice artistica e madre di Marco a fine evento ha voluto ringraziare gli sponsor che consentono l'organizzazione della kermesse, gli enti patrocinatori (Comune di Corigliano Rossano, ed i "gratuiti" Provincia di Cosenza, Regione Calabria), gli artisti ed il pubblico per il calore manifestato attorno al festival.

«Particolarmente emozionante questa 19° edizione del Calabria Blues Passion – ha dichiarato Maria Giulia Sorrentino – perché siamo riusciti ancora una volta ad alimentare il sogno di Marco: far conoscere alla sua terra la grande passione per le sonorità afroamericane, grazie alle importanti collaborazioni che abbiamo imbastito in tutti questi anni. Anche per questi motivi il Calabria Blues Passion si è man mano costruito una reputazione ormai nota in tutta Italia ed anche oltre confine. Certamente è da annoverare come tra i più importanti appuntamenti musicali della nostra regione ed il più rilevante nel suo genere. Quest'anno la kermesse ha spaziato dal Blues al Jazz con raffinate punte di Soul, Roots/Blues, Funk, Country e R'n'B e per questo è stata un'edizione straordinaria».

«Grazie, quindi, a tutti, a Freddie, Nick, a Enzo Tropepe con i Walking Trees ed a Peter ed alle loro eccezionali band, ai partner della manifestazione, agli appassionati ed al pubblico. Un ringraziamento particolare a chi incoraggia il sogno di Marco che quest'anno avrebbe compiuto cinquant'anni. Non resta, dunque, che darci appuntamento alla ventesima edizione del Calabria Blues Passion», ha concluso Maria Giulia Sorrentino.

(fonte comunicato stampa)

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.