1 ora fa:Trasporto interregionale, a rischio il comparto. «Servono ammortizzatori sociali e blocco dei licenziamenti»
15 ore fa:È morto il responsabile dell'hub vaccinale Brillia: il dottore Romeo si è spento improvvisamente
58 minuti fa:Le strade joniche della morte: tre ventenni perdono la vita vicino Pisticci
15 ore fa:Caso bollette a Cariati, quelle antecedenti al primo gennaio 2020 si prescrivono in 5 anni
3 minuti fa:A Cariati un monumento temporaneo fatto da un cumulo di scarpe per la Giornata della Memoria
2 ore fa:Pd, approvate dall’Assemblea le modifiche allo Statuto regionale. Irto: «Adesso servono scelte coraggiose»
2 ore fa:Lavoratori sempre più più poveri. «Introdurre il costo minimo del salario a 9,66 euro l'ora»
1 ora fa:Hai sempre preferito il camice alla cravatta, la trincea ai tavoli di comando
32 minuti fa:Psicosi da Covid-19 e aumento dei pazienti in cura: Ecco cosa emerge da una ricerca calabrese
3 ore fa:Presentati presso la Cittadella regionale i 24 nuovi autobus di Ferrovie della Calabria

La Torcia Olimpica dei Giochi Nazionali Special Olympics #SmartGAmes fa tappa a Cassano

1 minuti di lettura

CASSANO ALL’IONIO - Il sindaco Gianni Papasso e l’assessore allo sport Gianluca Falbo, hanno accolto in piazza S. Eusebio, in prossimità della Basilica Cattedrale di Cassano All’Ionio, il passaggio della Torcia Olimpica in vista dei prossimi Giochi Nazionali Special Olympics #SmartGAmes. Ripartono così, dopo le restrizioni dovute al Covid-19, i giochi nati per contrastare l’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva.
 

La Torcia Olimpica attraverserà tutte le province della Calabria, per proseguire il cammino nelle altre regioni, fino a giungere alla tappa finale, in calendario per il 1°luglio prossimo, a Roma con la cerimonia ufficiale dell'accensione del Tripode Speciale che darà il via alle competizioni sportive.

L’evento, in programma dal 1° al 15 luglio prossimo, anche per questa edizione coinvolgerà migliaia di atleti che si cimenteranno in 19 discipline sportive: Atletica, Badminton, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Sci Alpino, Sci di fondo, Snowboard, Tennis e Tennistavolo.

Le gare, strutturate attraverso singole attività da tenersi anche all’aperto in base alle relative disposizioni nazionali e territoriali in materia di sicurezza, consistono in esercizi elaborati e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina. Obiettivo primario degli Smart Games 2.1 è il contrasto all’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva. Il senso dell’iniziativa è racchiuso tutto in una sfida che, in un contesto ancora difficile e delicato, trasmette alle persone speciali partecipanti, fiducia per il futuro.

Special Olympics è un’organizzazione internazionale che da voce ogni giorno e in tutto il mondo allo spirito umano tramite il potere e la gioia di fare sport. Con il suo lavoro nello sport, nella salute, nell’educazione e formazione della comunità, Special Olympics affronta l’inattività, l’ingiustizia, l’intolleranza e l’isolamento sociale incoraggiando e sostenendo le persone con disabilità intellettiva col fine di creare una società più accogliente ed inclusiva.

Fondato nel 1968 da Eunice Kennedy Shriver, il Movimento Special Olympics è cresciuto fino a raggiungere oltre 5.169.489 atleti in ben 174 Paesi. Con il supporto di più di un milione di coach e volontari, Special Olympics offre la possibilità di praticare 32 discipline olimpiche in più di 103.540 competizioni durante tutto l’anno. Il sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, plaudendo all’encomiabile iniziativa ha indirizzato un messaggio di auguri a tutti gli atleti partecipanti alla competizione sportiva di Special Olympics # SmartGAmes, con particolare riferimento ai ragazzi speciali calabresi.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.