8 ore fa:A Cosenza il seminario "Didattica digitale: a che punto siamo? Prospettive per il futuro"
5 ore fa:Viaggi di istruzione, un altro autobus fermato alla partenza per carenza di requisiti
8 ore fa:La Calabria è uno scrigno di biodiversità. «Una carta vincente per a nostra Regione»
7 ore fa:La Filt Cgil Calabria promuove la formazione di giovani ferrovieri
6 ore fa:Sapia replica a Rapani: «Occorre elevare il livello della politica parlando di progetti e obiettivi»
9 ore fa:Mimmo Bevacqua presenta il suo libro “La mia forza è la moderazione”
5 ore fa: IC Crosia primo classificato al Concorso Nazionale “Agri-coltura: costruiamo l’atlante dei Paesaggi Rurali italiani”
6 ore fa:Inaugurata una sede di "Villapiana Futura" nello Scalo cittadino
9 ore fa:Servizi Sociali Cariati, indetto avviso pubblico per short list di esperti
7 ore fa:Strada Statale 106, primo confronto tra la Regione e l'associazione "Basta Vittime"

Renzi con l'inversione dei poli risolve i problemi del Sud

1 minuti di lettura
COMUNICATO STAMPA

Le tesserine sparse del mosaico italiano vanno sempre al loro posto. La nomina di Antonio Campo Dall'Orto a direttore generale della Rai ne è un esempio. Approdato a suo tempo a La7 ne esce poco dopo lasciando disavanzi di centinaia di milioni. Non solo, ma licenzia Daniele Luttazzi che riceve poi un risarcimento milionario. La persona giusta al posto giusto. Altra tesserina. Si riunisce il Direttivo del PD per la soluzione dei problemi del Sud. L'argomento, come Parigi,  "val bene una messa". Ma, ricorderete che Napoleone preferiva scegliere tra i generali, non quelli bravi, ma quelli fortunati. E fortunati si nasce. Il nostro Presidente del Consiglio, modestamente, lo nacque. Dunque ascoltate. Il nostro pianeta, ogni qualche milione di anni, inverte la sua polarità. Che significa? Semplicissimo. Il polo Sud diventa polo Nord e viceversa. La fortuna del nostro premier gli ha consegnato l'anticipazione del fenomeno. Già da oggi, subito dopo la riunione, avverrà l'inversione dei poli. Ecco risolti tutti i problemi calabresi. Le carte geografiche saranno ruotate di 180°. Finalmente il cosiddetto Parmigiano si produrrà a Crotone, e si chiamerà Crotongiano. La 'Ndrangheta si trasferirà laggiù, nel nuovo profondo sud della Pianura Padana. S'invertiranno anche i flussi migratori: barconi pieni di Tedeschi, Francesi ed Inglesi prenderanno il mare da Reggio Calabria diretti, nel loro viaggio della speranza, nel ricco nord africano (soccorsi in mare dall'Isis, trasformata in Onlus del soccorso ai profughi). I Calabresi saranno classificati tra i più ricchi contribuenti della nazione. Il non finito calabrese, con i suoi tondini di ferro protesi verso un cielo futuro che non arrivava mai? Scomparsi: sostituiti da grattacieli smisurati. Scomparirà anche l'antiestetico sovrappeso calabrese: tutti snelli ed efficienti. La Borsa Valori di Catanzaro sarà il nuovo riferimento finanziario italiano. Anche il "Quotidiano del sud" dovrà cambiare nome, ora sarà: "il Quotidiano del nord" (in vista nuovi ricchi stipendi). La Salerno Reggio Calabria sarà ultimata in sei giorni. Una grandiosa Expo del lusso verrà realizzata vicino a Lamezia (nuovo scalo internazionale). Efficienti amministratori (tipo olandese) sostituiranno i vari Oliverio o il sindaco di Cassano (cacciati a furor di popolo). Una pacchia insomma. E tutto questo dopo una semplice riunione del PD. Aiutata dalla fortuna fin che si vuole, ma si sa: la fortuna aiuta gli audaci.

Maurizio Silenzi Viselli

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.