7 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
6 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
13 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
7 ore fa:La Vignetta dell'Eco
10 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
12 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
12 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
11 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
11 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
9 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”

Autonomia, Baldino (M5s): «Destra alla Occhiuto tradisce Calabria e Sud»

1 minuti di lettura

ROMA - «Non abbiamo sentito una parola dalla maggioranza una parola a difesa delle autonomie dopo intervento di Calderoli. Non hanno ben in mente ciò che stanno facendo, e non lo hanno nemmeno quei presidenti di regione come Occhiuto che si affrettano a sconfessare questa riforma». 

Lo dichiara Vittoria Baldino vicecapogruppo M5S a Montecitorio. 

«Ma non era proprio Occhiuto ad approvare il ddl in conferenza Stato Regioni e che la definiva una straordinaria opportunità per il Sud? Dov'era Occhiuto quando il governo Meloni prosciugava il fondo di perequazione da 4.5 miliardi  a 800 milioni? Quando l'altro Occhiuto dichiarò il voto favorevole in Senato a questa riforma, dove era suo fratello?»

«La Calabria e il Sud non vogliono questa riforma! Occhiuto faccia il suo lavoro di rappresentante delle istituzioni: la politica si fa non con le interviste ma nelle sedi opportune. I calabresi gli chiedevano di non approvare riforma e lui li ha traditi»

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.