16 minuti fa:Amendolara sale in cattedra all'Università di Pisa
17 ore fa:Con il "Porta a Porta" dall'1 maggio arrivano anche i nuovi mezzi di raccolta
18 ore fa:Il Museo delle Maschere di Alessandria del Carretto si prepara all'apertura e svela il nuovo logo
46 minuti fa:Infrastrutture tratta jonica, Rapani illustra i «risultati tangibili»
3 ore fa:L'Istituto Majorana continua a proporre un'offerta didattica ricca per la formazione degli studenti
22 ore fa:Il Comando Militare Esercito Calabria dona il sangue
21 ore fa:Presentazione CambiaVento: numerose le presenze
2 ore fa:Patir, un modo diverso di vivere e valorizzare i luoghi - VIDEO
19 ore fa:Sila-Mare, la strada privilegiata per la ricostruzione del Viadotto Ortiano: aprono i cantieri
1 ora fa:Diritto alla Salute, continuano le manifestazione Cgil. Prossimo appuntamento il 25 maggio

Co-Ro cerca 3 ingegneri: assunzione per solo titoli. «Schiaffo ai giovani e alla meritocrazia»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «Il Comune di Corigliano-Rossano cerca 3 ingegneri da assumere a tempo indeterminato. Una notizia senz’altro positiva, in linea teorica, poiché allorquando un ente pubblico, soprattutto se locale, indice bandi di concorso rivolti alla stabilizzazione nel mondo del lavoro di giovani professionisti, questo equivale ad investire su nuove risorse umane con beneficio per tutta la comunità. Peccato, però, che l’Amministrazione Comunale guidata da Flavio Stasi si muova in tutt’altra direzione, poiché tale iniziativa non porta con sé il valore della meritocrazia, ma prosegue con l’aberrante logica dei due pesi e delle due misure».

È quanto scrivono dal Coordinamento Cittadino di Fratelli d’Italia Corigliano-Rossano.

«I bandi in oggetto, - spiegano - infatti, prevedono l’assunzione per soli titoli, in assenza quindi di prove scritte e/o orali, applicando una “procedura d’urgenza” che era stata autorizzata in tempo di Covid. Anche altre Amministrazioni, in piena emergenza epidemiologica, erano ricorse a simili procedure, ma non continuando poi a perpetuarle successivamente. Si tratta di misure che ora, ovviamente, non hanno alcun motivo di esistere ed infatti, a conferma della “particolarità” di quanto deciso e attuato dall’esecutivo, sembra che ci sia più di uno screzio tra segretario comunale e taluni consiglieri di maggioranza, i quali, a giusta ragione, sosterrebbero che questa non è più una procedura applicabile».

«Proseguono i tempi bui, dunque, con l’attuale Amministrazione Comunale, per i giovani professionisti che ambiscono a vivere e lavorare in un contesto normale, distinto e distante da concorsi “a metà”. La negazione totale di quanto asserito dallo stesso sindaco in campagna elettorale e poi, una volta eletto, allorquando incitava i giovani a studiare perché si sarebbe dato vita alla cosiddetta “stagione dei concorsi”. Per non parlare, ancora, delle frequenti “prediche” del primo cittadino ad inizio consiliatura sulla necessità di valorizzare le risorse interne, dando poi seguito ad una politica nel senso opposto, che ha visto reiteratamente umiliate e isolate le pur tante eccellenze presenti nella macchina comunale. Come dire: oltre il danno, la beffa».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.