5:08 pm:A Villapiana verrà consegnata una caserma ai Carabinieri
7 minuti fa:Cariati: auguri a Glory e Goodluck per il loro Sì
45 minuti fa:Ormai si fa quel che si può: arriva un contagiato, porte sbarrate... con le sedie
4:55 pm:Saracena: fondi per attività a sostegno di enogastronomia, turismo e agricoltura
3:35 pm:Il Comune di Corigliano-Rossano aderisce all'Anagrafe nazionale della popolazione residente
5:50 pm:Covid in Calabria: stabili i positivi. Vibo e Crotone segnano quota 0 - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
3:23 pm:Mormanno: tampone antigenico per gli operatori economici
4:48 pm:Cariati: danno fuoco ai terreni per trarne profitto
12 minuti fa:Vaccarizzo Albanese: le scuole resteranno chiuse fino a martedì 22
19 minuti fa:Pescatori di Schiavonea: «Sentiamo la lontananza del Comune»

Filomena Greco: «Cultura fa girare economia territori»

1 minuti di lettura
La cultura ed il management intelligente e virtuoso dei beni culturali ed identitari fa girare l’economia dei territori. Qualora vi fosse ancora qualche dubbio su questa che rappresenta ormai l’equazione dello sviluppo locale eco-sostenibile e durevole bastano due soli rinvii: uno, tutto meridionale, all’importante incremento del PIL generato dalla bella progettazione culturale annuale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, sotto la guida illuminata dell’amico sindaco Raffaelo De Ruggieri; l’altro, più nazionale, alla direzione delle Gallerie degli Uffizi che con Eike Schmidt al timone dal 2015 (+ 33% di visitatori e un bilancio in pareggio di 35 milioni di euro) è diventato in questi mesi di faticosa riapertura il motore della ripresa complessiva di Firenze, anche con l’iniziativa originale di invitare come testimonial di quel marcatore identitario del Bel Paese l’influencer Chiara Ferragni. È quanto ha dichiarato il Sindaco Filomena Greco intervenendo nei giorni scorsi all’incontro Magna Graecia futuro d’Europa tenutosi a Corigliano – Rossano e promosso dall’eurodeputato Vincenzo Sofo per illustrare la proposta di un’Agenzia Europea di tutela dei beni archeologici in Calabria da far nascere ad hoc nella Sibaritide; sia – è stato ribadito – per tutelare la straordinaria eredità archeologica di questa terra; sia per costruire su di essa la piattaforma di un riposizionamento complessivo dell’immagine, dell’appeal e della proposta ricettiva dell’intera regione. Esprimendo soddisfazione e convinto sostegno per le finalità ed i contenuti del progetto definito strategico e di rottura, il Primo Cittadino ha poi colto l’occasione per ricordare, in particolare, due iniziative ideate negli scorsi dall’Amministrazione Comunale di Cariati; due eventi – ha scandito – che restano in perfetta sintonia con la visione del patrimonio culturale e identitario distintivo come motore di sviluppo endogeno dei territori e che – ha annunciato il sindaco –è possibile oggi riprendere con entusiasmo ed energie rinnovate: 1) da una parte, l’ambizioso progetto di turismo sportivo, scolastico e culturale Cariati Città della Vittoria (dal nome dello storico fiume cittadino Nicà dal greco antico Nike, fiume della vittoria), finalizzato a coinvolgere in un grande evento di educazione sportiva, civica e di memoria (delle antiche olimpiadi), tutta la comunità scolastica dei territori tra l’antica Sybaris e l’antica Kroton; 2) dall’altra, l’istituzione nel 2016 dell’assemblea dei sindaci della Sila Greca – Terra Brezia, inclusiva all’epoca anche dell’ex Città di Rossano, finalizzata a costruire un progetto strategico di marketing territoriale ed un brand turistico unitario per questa importante area (costa, entroterra e pre-Sila) della provincia di Cosenza, altra iniziativa che – ha concluso la Greco – riprenderemo, anche in chiave di formazione aperta per la promozione dei turismi e della destagionalizzazione.  
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.