4 ore fa:Antonello Graziano è il nuovo vicepresidente nazionale di Federsanità
8 ore fa:Straface sarà sia consigliere comunale a Co-Ro che consigliere regionale
7 ore fa:Zes unica, Coldiretti: «Bene estensione del credito alle imprese agricole che trasformano e commercializzano»
5 ore fa:Degrado alle Terme di Spezzano Albanese: «Una storia di malagestione che dura da anni»
4 ore fa:Post voto. Ad Acquaformosa volano le poltrone dai balconi del Comune ma la neo sindaca smentisce
9 ore fa:Cassano Jonio, al via i lavori di messa in sicurezza di località Grotta della Rena
7 ore fa:A Corigliano-Rossano arriva Roberto Emanuelli
10 ore fa:Elezioni, Tavernise (M5s): «Sul territorio siamo forza concreta »
8 ore fa:Cassano, Guerrieri: «Lavoriamo a una lista di partito per le prossime elezioni comunali del 2025»
9 ore fa:Cicogna bianca, nidificazione a rischio per attività di addestramento di cani da caccia

Rimesso in liberta, senza obblighi di firma, il coriglianese Domenico Russo

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Domenico Russo, detto "u chiattu", è stato rimesso in libertà, senza obblighi, dopo circa 20 giorni di carcere. Russo doveva scontare una pena di tre anni, compreso il periodo degli arresti domiciliari. Accolta, dunque, la richiesta del difensore, avvocato Ettore Zagarese.

L'ACCUSA - L'accusa nei confronti del 38enne coriglianese era quella di estorsione continuata e aggravata dal metodo mafioso, la condanna inflitta dal Gup distrettuale di Catanzaro, dottor Valente, era stata di quattro anni e quattro mesi di reclusione poi ridotta a 3 anni e 2 mesi dalla Corte di Appello di Catanzaro, in accoglimento dell'appello proposto dal difensore.

Per la revoca della misura carceraria ha avuto notevole peso il comportamento mantenuto durante l'espiazione della misura (prima carceraria e poi domiciliare) da parte di Domenico Russo. Comportamento che ha fatto sì che il Giudice dell'esecuzione applicasse la nuova misura.

IL FATTO - Domenico Russo era detenuto nel carcere di Cosenza in seguito ad un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura distrettuale di Catanzaro in esecuzione di un ordine di carcerazione per aver estorto somme di denaro ad una importante azienda olearia ionica. Per questi fatti Russo, che era stato intercettato dalle Forze dell'Ordine durante dei dialoghi avvenuti con gli stessi all'interno dell'ospedale di Corigliano, dove si trovava ricoverato dopo essere scampato ad un agguato - colpito da quattro colpi di pistola, rimase ferito all'addome, al volto e al petto -  si era dichiarato colpevole specificando di aver compiuto il gesto in maniera autonoma, senza alcun legame con alcuno, senza utilizzare metodi o sistemi cruenti, chiedendo anche di poter risarcire il danno.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.