3 ore fa:Anche Irto è persuaso: «L'ospedale di Cariati va riaperto»
5 ore fa:Covid, a Terranova muore un 38enne padre di tre bimbi
6 ore fa:«L’Ospedale da campo a Vaglio Lise diventi un hub di emergenza per dare respiro all’Annunziata»
6 ore fa:Ponte sullo Stretto, Sofo (Ecr) chiede all’UE di sollecitare l’inserimento dell’opera nel Recovery Plan
4 ore fa:Covid, Show Down scrive al prefetto Guercio e al presidente Spirlì: «Non ci sentiamo sicuri»
5 ore fa:Lavia (Cisl): «Vaccinare rapidamente vuol dire poter ripartire»
6 ore fa:Cariati, Greco «Tutti i sindaci sono stati umiliati. Servono dimissioni di massa a Roma»
5 ore fa:All’Istituto Comprensivo di Cariati un supereroe per parlare ai più giovani di emergenze sanitarie
6 ore fa:Covid, la campagna di immunizzazione si sposta nelle case: partita la vaccinazione domiciliare
3 ore fa:Crosia, Acri, San Giovanni in Fiore e Altomonte da domani saranno “zona rossa”

A Morano sequestrato un caseificio: sversava reflui caseari nel bosco

1 minuti di lettura

MORANO CALABRO - I carabinieri della Stazione Parco di Morano Calabro, unitamente a militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Montalto Uffugo e Castrovillari, hanno posto sotto sequestro penale un caseificio di Morano Calabro, ricadente in parte nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino.

ggetto del sequestro è la condotta sotterranea dello scarico, attraverso la quale i reflui derivanti dall'attività produttiva del caseificio, in assenza di autorizzazione, venivano riversati sul nudo suolo.

L'indagine ha preso spunto da un normale controllo amministrativo in ambito agroalimentare, i militari risalendo a piedi i terreni circostanti hanno individuato una condotta di scarico dalla quale fuoriuscivano acque reflue di colore biancastro, con produzione di forti esalazioni nauseabonde e maleodorante.

In particolare è stato necessario effettuare una prova idraulica con tracciante tipo fluoresceina, comprovando la provenienza dello scarico stesso dallo stabilimento che  attraverso un by-pass deputato a convogliare le acque reflue industriali dagli impianti di lavorazione dei prodotti caseari confluiva direttamente nel sottostante fossato di scolo.

Alla luce degli accertamenti eseguiti il legale rappresentante del caseificio è stato deferito in stato di libertà per i reati connessi allo scarico illecito di reflui industriali attraverso un by-pass costituito dallo sfioratore di piena della vasca di raccolta e per lo sversamento incontrollato di rifiuti sul suolo.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.