1 ora fa:A Corigliano-Rossano nuove regole per l'affido familiare
5 minuti fa:Che senso ha l'8 marzo se non si risolve il problema della "mattanza"?
2 ore fa:Spaccio di sostanze stupefacenti, vasta operazione dei carabinieri tra Castrovillari e Cassano Jonio
3 ore fa:Autismo, a Corigliano-Rossano parte un progetto sperimentale
18 ore fa:Il Punk non è morto! Al Castello Ducale la celebrazione di un cult
35 minuti fa:Amministrative Co-Ro, a sinistra si fa largo la candidatura dell’ortopedico Gino Promenzio
17 ore fa:Giornate FAI di Primavera: appuntamento il 24 e 25 marzo
18 ore fa:Rapani (FdI) chiede un riferimento unico per coordinare le azioni di prevenzione e gestione dei fiumi
1 ora fa:Il mondo arbëresh calabrese sarà protagonista a Tirana
2 ore fa:Consegnata al Capo della Polizia Vittorio Pisani la nuova opera di Pino Savoia

Calabria Excellent in Africa per un progetto di sviluppo del Togo

2 minuti di lettura

CARIATI – L’associazione Calabria Excellent presenta un progetto finalizzato allo sviluppo rurale e alimentare del Togo.

«Undici anni fa – si legge nella nota - è nato il progetto "Sviluppo rurale e cooperativo in Togo" realizzato attraverso la collaborazione tra Federcasse e Coopermondo (che insieme a Fondazione Aurora hanno costituito la Coalizione Cooperativa Italiana per il Togo). L'obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo rurale e all'autosufficienza alimentare del Togo sia attraverso il miglioramento delle condizioni di offerta e domanda di credito in zone rurali, sia attraverso uno scambio di esperienze e competenze nel campo della creazione di sistemi e di strategie finalizzate all'aumento della produttività e alla modernizzazione dell'agricoltura».

«Dal 2012 ad oggi sono stati sviluppati diversi programmi specifici come il "Sistema di finanziamento agricolo e strumenti per la sicurezza e la sovranità alimentare in Togo"; il progetto "Formazione all'imprenditoria cooperativa"; il "Laboratorio di imprenditorialità cooperativa" ed il programma di sostegno alla produzione agricola locale dell'ananas "Dolcetto", l'ananas biologico commercializzato attraverso la rete della distribuzione cooperativa ed il commercio equo e solidale».

«Nell'ambito del progetto "Laboratorio di imprenditoria cooperativa e cooperazione allo sviluppo", finalizzato a favorire l'inclusione socio-economica dei gruppi più vulnerabili della popolazione togolese, in particolare i giovani e le donne, nel 2023 saranno realizzati quattro laboratori in due step».

«Nel primo, previsto dal prossimo dal 24 marzo fino al 1° aprile, saranno presentati i quattro laboratori ma sarà avviato anche il primo laboratorio di Grafia e Design diretto da Elena Salvati, volontaria iscritta a Calabria Excellent ed insegnante di arte all'Istituto Comprensivo "Cassiodoro - Don Bosco" di Pellaro a Reggio Calabria, che per l'occasione ovviamente partirà per il Togo».

«Nel secondo step, previsto a novembre 2023, sarà la volta dei laboratori di pizzeria e di falegnameria che vedrà, nelle vesti di formatori, rispettivamente i cariatesi Giovanni Pietro Tangari (in arte Pedro's), Maestro della Scuola Nazionale di Pizza API (Associazione Pizzerie Italiane), piazzaiolo pluripremiato e ambasciatore d'eccellenza culinaria per la Regione Calabria e Stefano Mussuto, Maestro falegname per il laboratorio di falegnameria».

Ha fortemente creduto in questo progetto l'Associazione Calabria Excellent coinvolta sin da subito al fine di offrire il proprio contributo al progetto.

«Intendo ringraziare – ha dichiarato Fabio Pugliese, presidente dell'Associazione Calabria Excellent - il Capo Progetto "BCC per il Togo" Ignace Bikoula e le coordinatrici del progetto Luisa Morandini e Loredana Sapia. Perché hanno dato la possibilità a Calabria Excellent di poter partecipare in prima linea, insieme a Pedro's, Stefano ed alla nostra volontaria, Elena Salvati, in progetto che concretamente da 10 anni sostiene la popolazione del Togo e che ha l'intenzione di continuare a farlo ancora di più e meglio».

«Questo progetto consentirà a giovani e donne togolesi di poter beneficiare dell'ottima formazione che gli sarà offerta da tre ottimi professionisti. Elena Salvati, Giovanni Pietro Tangari e Stefano Mussuto daranno certamente il massimo per la riuscita di questo bellissimo progetto che ha l'intento nobile, tra gli altri, di poter consentire a chi è nato in quel posto di poter rimanere a vivere lì in modo dignitoso» conclude Pugliese.

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.