23 minuti fa:Chiusi due locali di Acri, perché «ritrovo abituale di soggetti pregiudicati»
16 ore fa: Emergenza rifiuti a Co-Ro, la missiva di Stasi: «Servono interventi urgenti»
2 ore fa:Per la pentastellata Elisa Scutellà si libera un posto alla Camera. Ecco perché
8 minuti fa:"Dammi un attimo" debutta domani al Teatro Sybaris di Castrovillari
1 ora fa:L'associazione "Unione è Forza" apre una sede a Schiavonea
1 ora fa:All’Istituto comprensivo di Mandatoriccio il nuovo anno inizia con l’Arte
3 ore fa:«Fratelli d'Italia partito più votato tra i giovani»: le parole di Gioventù Nazionale
2 ore fa:Corigliano-Rossano centro di un importante convegno europeo sulle comunità energetiche
16 ore fa:Incendio a ridosso del porto di Schiavonea: a fuoco la vasta area verde attorno alla darsena
38 minuti fa:Enogastronomia e tradizione, tutto pronto per la "Confraternita della Frittola Calabrese – La Quadara"

Emergenza rifiuti a Cariati: bruciati nella notte cumuli di immondizia

1 minuti di lettura

CARIATI - Continuano le manifestazioni di protesta e malcontento da parte dei turisti e cittadini di Cariati. Dopo il blocco del traffico in più zone tramite barricate di rifiuti - considerata adesso unica formula per il ritiro della spazzatura - stanotte sono stati bruciati cumuli di immondizia. L'ordine pubblico sembra ormai lontano.

Leonardo Trento - consigliere di opposizione a Cariati - dichiara a tal riguardo: «Purtroppo la situazione è drammatica e qualche rifiuto bruciato è la minimissima parte del gigantesco disastro ambientale che è presente su tutto il territorio comunale».

Egli aggiunge: «Ospiti e residenti sono esasperati e disperati. Non hanno alcuna informazione su quello che sta avvenendo. La cosa più assurda continua ad essere la latitanza e il menefreghismo dell'amministrazione comunale. Resta comunque il fatto che i rifiuti non si bruciano, e questo bisogna capirlo. Facendolo la situazione non si risolve e non solo, si aggrava ulteriormente il danno all’ambiente e alla salute pubblica».

Virginia Diaco
Autore: Virginia Diaco

Studio materie umanistiche e amo scrivere. Ho ricevuto diversi riconoscimenti in ambito letterario, tra cui il V Premio Internazionale di poesia “Giovanni Bertacchi” con la poesia “Preghiera alla vita che toglie vita” e la Menzione della Giuria nella prima edizione del Concorso Letterario Internazionale “Il Viaggio” con la poesia “Consumato negli occhi”. Attraverso le parole esprimo il mio mondo, grazie ad esse conosco quello altrui. Lo scopo più forte che sento di avere è quello di rendere giustizia - quanto più possibile - alla bellezza, all’arte e alle vulnerabilità sociali.