3 ore fa:Crosia, Acri, San Giovanni in Fiore e Altomonte da domani saranno “zona rossa”
5 ore fa:All’Istituto Comprensivo di Cariati un supereroe per parlare ai più giovani di emergenze sanitarie
5 ore fa:Ponte sullo Stretto, Sofo (Ecr) chiede all’UE di sollecitare l’inserimento dell’opera nel Recovery Plan
3 ore fa:Anche Irto è persuaso: «L'ospedale di Cariati va riaperto»
4 ore fa:Lavia (Cisl): «Vaccinare rapidamente vuol dire poter ripartire»
5 ore fa:Cariati, Greco «Tutti i sindaci sono stati umiliati. Servono dimissioni di massa a Roma»
4 ore fa:Covid, a Terranova muore un 38enne padre di tre bimbi
5 ore fa:Covid, la campagna di immunizzazione si sposta nelle case: partita la vaccinazione domiciliare
3 ore fa:Covid, Show Down scrive al prefetto Guercio e al presidente Spirlì: «Non ci sentiamo sicuri»
5 ore fa:«L’Ospedale da campo a Vaglio Lise diventi un hub di emergenza per dare respiro all’Annunziata»

Castrovillari: le associazioni incontrano La Regina per parlare dei problemi dell'ospedale

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI- Un nuovo appello quello delle associazioni del territorio per risolvere le criticità dell’ospedale spoke di Castrovillari. L’associazione Famiglie Disabili, l’associazione Medici Cattolici, l’AVIS, l’AVO, Amici del Cuore e Solidarietà e Partecipazione, hanno incontrato il commissario dell’Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, con una lunga lista di tutte le problematiche che affliggono il Ferrari e le prospettive per un relativo rilancio.

Carenza di personale, sale operatorie bloccate, posti in Rianimazione previsti ma inattivi, Lungodegenza, Riabilitazione e Ortopedia ancora in standby e poi criticità strutturali e servizi essenziali sempre più ridotti. Una serie di punti che La Regina ha dichiarato di prendere in considerazione, cosa che il Comitato Territoriale delle Associazioni per la Tutela della Salute e dell’ospedale di Castrovillari ha grandemente apprezzato dopo “la mancata attenzione del precedente Commissario”.

“Si è inoltre ribadita - fanno sapere le associazioni - la necessità di attivare al più presto l’esecuzione dei tamponi antigenici di terza generazione (la cui attendibilità risulta quasi sovrapponibile a quella dei molecolari) e dei test sierologici quantitativi, presso il Laboratorio Analisi dell’ospedale. Tale richiesta, tecnicamente e scientificamente valida, sostenuta dal Comitato fin dal mese di ottobre, ha finalmente trovato completa adesione e garanzia di impegno per una immediata soluzione”.

Si è trattato di un incontro costruttivo, caratterizzato da attenzione e disponibilità all’ascolto, come lo descrive il comitato. La Regina, inoltre, “ha garantito un rapido nulla osta al rientro dei volontari vaccinati nella struttura ospedaliera per permettere alle associazioni la ripresa della loro utile attività di supporto per ricoverati e utenti”.

Sulla questione si manterrà un tavolo di confronto aperto con periodici incontri per monitorare la situazione del Ferrari nel tempo.

Paola Chiodi
Autore: Paola Chiodi

Curiosa, solare e precisa. Laureata in Comunicazione e Dams all'Università della Calabria, ha perfezionato gli studi con un Master in Giornalismo e Comunicazione insieme alle più grandi firme del panorama nazionale. Dal copywriting e la comunicazione per il web è entrata da subito nel mondo del giornalismo televisivo, come inviata e conduttrice di format, speciali e servizi. Si occupa di eventi culturali, per i quali è responsabile dell'ufficio stampa e cura la comunicazione istituzionale di associazioni e confederazioni nazionali. La sua più grande passione è l’arte, ma adora anche il vintage e il teatro (dalla commedia all’opera).