10:00 am:Cassano Jonio, Nuovo gruppo civico chiede screening di massa per gli over 60
4:25 pm:Emergenza Covid, si potenzia la rete ospedaliera sul territorio cosentino
9:11 pm:Ortopedia Rossano, Bevacqua: «È mancata programmazione Asp»
4:43 pm:Crisi agrumicola, Italia Viva: «Calamità, manodopera e mercato mix micidiale»
10:07 am:PMI DAY, Fortunato Amarelli: «Studenti protagonisti delle imprese del futuro»
8:11 pm:La tristezza del Covid: multe a chi vende addobbi di Natale
9:11 am:Blitz a Schiavonea (Co-Ro), scoperto un intero stabile affittato in nero ad extracomunitari
27 minuti fa:Saracena, al via lo screening volontario per la popolazione
5:11 pm:Emergenza Covid, Calabria Zona Arancione. Ecco cosa prevede la nuova ordinanza di Spirlì
5:30 pm:Covid, in Calabria dimezzati i contagi giornalieri (+294) ma è boom nel cosentino

«Sistema rifiuti da 20 anni ancora in mano a chi non sa risolverlo»

2 minuti di lettura

La denuncia del Comitato Bucita che ieri si è riunito in assemblea per discutere dell'emergenza in atto. Presente anche il sindaco Stasi

Ieri sera, nela sede del Comitato Bucita, “Agriturismo il Giardino di Iti”, ha avuto luogo il pubblico dibattito inerente “la questione rifiuti nella Sibaritide”, organizzato dal Comitato Bucita” e dal “Comitato liberi cittadini”.

All'iniziativa hanno preso parte  i rappresentanti di diverse Associazioni ambientaliste della Città di Corigliano Rossano quali:  Auser “un popolo attivo”, Legambiente Corigliano Rossano, WWF Corigliano Rossano Calabria Citra, Comitato Bucita, Comitato liberi cittadini e Terra e popolo. Il dibattito ha preso il via dalle doglianze lamentate dai cittadini in merito a questa annosa problematica e delle quali le  Associazioni intervenute si sono fatte portavoce. Nel corso della discussione la questione rifiuti è stata affrontata da diverse prospettive: dall’impatto diretto di questa problematica sulla salute dei cittadini all’opportunità di un intervento delle associazioni nell’educazione ambientale nelle scuole.

«Si è è posto l’accento - si legge nella nota stampa del Comitato Bucita - anche sulla necessità di mettere mano alla legge regionale affinché diventi funzionale al ciclo dei rifiuti e non a chi la gestisce, come accade, ancora ad oggi, purtroppo. Molte le proposte avanzate dai rappresentanti delle Associazioni intervenute e dai cittadini: un ventaglio di azioni concrete da mettere in campo tutte con in mente con l'obiettivo di trovare soluzioni, sostenibili e lungimiranti, al problema attraverso la riduzione della produzione dei rifiuti a monte».

«E’ necessario - aggiungono - attuare una gestione dei rifiuti che sia virtuosa ed efficiente affinché i rifiuti stessi diventino una risorsa da sfruttare e non siano più un problema da risolvere per il nostro territorio».

«Soddisfacente» è stata la risposta del Sindaco della città di Corigliano Rossano che «ha illustrato - prosegue ancora la nota - tutte le problematiche che quotidianamente questa amministrazione affronta in tema di rifiuti: tanto è stato fatto finora per nell’intento di evitare il totale collasso di un sistema viziato e che, da oltre vent’ann è ormai in mano a chi non riesce a risolvere le emergenze».

L’iniziativa ha sortito l’effetto sperato: «le dovute precisazioni del sindaco in tema di rifiuti, hanno chiarito molti degli interrogativi degli intervenuti i quali hanno dato voce ai disagi che in questi mesi i cittadini stanno vivendo. La strada verso una vera soluzione a questa problematica è ancora molto lunga ed è necessario lavorare in sinergia, unire le forze, serve il contributo di tutti».

Il sindaco e la città unica di Corigliano Rossano hanno bisogno di tutti. In quest'ottica, si è argomentato, altresì, in merito alla possibilità di istituire forme di collaborazione partecipata tra i cittadini e l'Amministrazione per meglio gestire la questione rifiuti su più fronti, anche attraverso l'incremento del controllo sul territorio in relazione ai  comportamenti scellerati di chi abbandona di ingombranti e inerti senza responsabilità.

Il primo cittadino ha rinnovato il suo impegno ribadendo che, nell’ambito dei suoi poteri e competenze, continuerà a fare tutto il possibile  per risolvere l’annosa questione dei rifiuti nel nostro territorio.

«Auspichiamo - conclude - che iniziative come quella di giovedì 16 luglio possano avere luogo con maggiore frequenza: In un momento come quello attuale, per la nostra Città è importante che i liberi cittadini, quali veri portatori d’interesse, siano coinvolti e che sia loro garantita l’attiva partecipazione nella risoluzione delle problematiche del nostro territorio».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.