13 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
18 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
15 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
13 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
17 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
13 ore fa:La Vignetta dell'Eco
18 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
19 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
17 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
16 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”

L'Associazione Matrangolo celebra la "Giornata mondiale del rifugiato" con tre appuntamenti

1 minuti di lettura

ACQUAFORMOSA - Anche quest'anno l'Associazione "Don Vincenzo Matrangolo" partecipa e promuove la Giornata Mondiale del Rifugiato, e lo fa organizzando delle iniziative con alcuni dei suoi progetti SAI. In particolare, saranno impegnati i SAI di Cerzeto, San Sosti e Acquaformosa. 

Gli appuntamenti sono fissati per il 19 giugno a Cerzeto per i 10 anni di SAI con un convegno sul tema "Dall'accoglienza all'inclusione: tra integrazione e progresso sociale". Si inizierà alle 18.30 con i saluti istituzionali e le testimonianze degli ex beneficiari del progetto. Il 20 giugno, invece, sarà la volta di San Sosti con un aperi-pranzo interculturale, alle 11.30, intitolato "Aggiungi un posto a tavola" presso il centro di aggregazione del SAI, e ad Acquaformosa, a partire dalle 17.30, con un convegno in Piazza Fontana Vecchia sul tema "I rifugiati climatici: le vittime invisibili del cambiamento climatico" e la proiezione del cortometraggio "Il pianeta che non vorrei" del regista Luigi Sirimarco.

«Il lavoro che stiamo svolgendo da più anni - afferma il presidente della Matrangolo, Giovanni Manoccio - ben si allinea a quelli che sono i principi della Giornata Mondiale del Rifugiato che, appunto, vuole essere un'opportunità per riflettere sulla tutela dei diritti umani per tutti e sulle vie da percorrere insieme per costruire una società davvero libera e aperta alle differenze, capace di riconoscere e rispettare la diversità. Siamo partiti da Acquaformosa e siamo arrivati a creare diversi progetti SAI su tutto il territorio e in questi anni l'accoglienza e l'integrazione sono stati i principi che abbiamo promosso e attivato fra le nostre popolazioni».
 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.