8 minuti fa:Crosia, aggiornamento del PEF e adeguamento delle tariffe Tari: inizia da qui la sfida del sindaco Aiello
3 ore fa:Gemellaggio Vaccarizzo-Berat, Straface: «Iniziativa di qualità e buon governo locale»
2 ore fa:Odissea 2000, sulla Nave di Ulisse arriva Maninni
1 ora fa:Successo per la III Edizione del “Festival della Cipolla Bianca di Castrovillari”
1 ora fa:Burattini, musical, teatro e laboratori nel cartellone del Coro Family Fest
2 ore fa:Corigliano-Rossano: si organizzano pullman per le cure termali
15 ore fa:Corigliano-Rossano: presentata la rete dei servizi di facilitazione digitale
15 ore fa:Popolo della notte, ha riaperto la discoteca Cleopatra!
38 minuti fa:Bomba d'acqua su Corigliano-Rossano: disagi nel centro urbano di Schiavonea
15 ore fa:Nel Bosco, la Sila Greca diventa inaspettato set cinematografico

A Corigliano-Rossano sono arrivate le sante reliquie di Sant'Antonio da Padova

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - A Corigliano-Rossano sono arrivate le sante reliquie di Sant'Antonio da Padova. Lo scorso 19 maggio sono state solennemente accolte dalla comunità parrocchiale di Maria Madre della Chiesa, in località Petra a Rossano scalo. Arrivate nel pomeriggio di venerdì sono state accolte alle porte della città, portate in chiesa e poi in processione per le vie del quartiere parrocchiale.

I resti terreni del frate portoghese sono stati accompagnati in città da padre Giovanni Milani e hanno trovato l'accoglienza dell'intera comunità cattolica di Maria Madre della Chiesa e dal parroco don Nicola Alessio e dai sacerdoti don Vincenzo Milizia, don Pasquale De Simone e Don Agostino De Natale.

Le reliquie di Sant’Antonio, provenienti direttamente da Padova, sono collocate all'interno di un busto dorato di circa 18 chili di peso. Il prezioso simulacro raffigura il frate portoghese che tiene in braccio il Bambin Gesù.

Sant’Antonio nacque in Portogallo nel 1195, da nobile famiglia. Fu dapprima monaco agostiniano e poi divenne francescano dopo l'incontro con i frati che erano in missione nella sua nazione e con San Francesco di Assisi, in Italia. Condusse una vita fatta di preghiera ed umiltà e impegnata a predicare, vista la sua grande cultura e sapienza. Fu trasferito prima in Francia, poi a Bologna e poi a Padova dove morì il 13 giugno 1231. A lui vengono attribuiti molti prodigi miracolosi successivi alla sua morte e fino ai giorni nostri. È stato canonizzato entro un anno dalla sua scomparsa, tant'è che è il Santo canonizzato più rapidamente nella storia della Chiesa.

Dopo la santa messa le reliquie sono state portate in processione per le strade delle comunità parrocchiale. Muovendo da Maria Madre della Chiesa la processione si è spostata verso la chiesa della Santissima Trinità dove le reliquie rimarranno fino a mercoledi 24 maggio.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.