3 ore fa:Viaggi di istruzione, un altro autobus fermato alla partenza per carenza di requisiti
7 ore fa:Servizi Sociali Cariati, indetto avviso pubblico per short list di esperti
8 ore fa:Mimmo Bevacqua presenta il suo libro “La mia forza è la moderazione”
6 ore fa:La Filt Cgil Calabria promuove la formazione di giovani ferrovieri
5 ore fa:Sapia replica a Rapani: «Occorre elevare il livello della politica parlando di progetti e obiettivi»
7 ore fa:La Calabria è uno scrigno di biodiversità. «Una carta vincente per a nostra Regione»
4 ore fa:Inaugurata una sede di "Villapiana Futura" nello Scalo cittadino
4 ore fa: IC Crosia primo classificato al Concorso Nazionale “Agri-coltura: costruiamo l’atlante dei Paesaggi Rurali italiani”
5 ore fa:Strada Statale 106, primo confronto tra la Regione e l'associazione "Basta Vittime"
6 ore fa:A Cosenza il seminario "Didattica digitale: a che punto siamo? Prospettive per il futuro"

nel golfo di Corigliano-Rossano parte un progetto per la “Gestione Ecosistemica" delle zone costiere e marine

3 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Parte un progetto pilota MED4EBM, Mediterranean Forum For Applied Ecosystem-Based Management che mira a promuovere la Gestione Ecosistemica (EBM) integrata delle zone costiere e marine (ICZM) valorizzando le capacità e le conoscenze dei vari stakeholder e attori istituzionali coinvolti. Il Progetto si sviluppa in 4 paesi del Mediterraneo: Giordania, Libano, Tunisia e Italia. Per il nostro Paese il Progetto viene portato avanti nel Golfo di Corigliano, in cui insistono le Riserve naturali del Lago di Tarsia e della Foce del fiume Crati, situate nella provincia di Cosenza, e gestite dall'Associazione Amici della Terra. Le riserve rappresentano due eccellenze naturali e ambientali all'interno del panorama regionale calabrese. 

È quanto si apprende da un comunicato stampa dell’Associazione Amici della Terra che sta portando questo progetto di partenariato finanziato dal programma ENI CBC MED 2014-2020.

«Inoltre, - si legge – questo progetto è finalizzato ad aprire, entro la fine del 2021, il Forum Permanente Gestione Ecosistemica del Territorio. Quest'ultimo dovrebbe portare successivamente alla creazione di un Centro di Ricerca Pilota in tema di gestione integrata delle coste e gestione integrata degli ecosistemi, che sia punto di riferimento a livello mediterraneo. 

Il Progetto mira a promuovere la Gestione Ecosistemica (EBM) integrata delle zone costiere e marine (ICZM) valorizzando le capacità e le conoscenze dei vari stakeholder e attori istituzionali coinvolti nella gestione di tali zone, e ad istituire una piattaforma di cooperazione e coordinamento. 

Le istituzioni e le altre parti interessate alla Gestione Ecosistemica integrate potranno avvalersi di questa piattaforma come supporto  per  prendere  decisioni  informate  e  in  tempo  reale  sulla  pianificazione  e  la  gestione delle risorse costiere e marine, coordinandosi efficacemente sul campo

 Il progetto MED4EBM propone l'utilizzo di strumenti innovativi per affrontare le principali questioni che spesso limitano l’effettiva  applicazione  della  Gestione  Ecosistemica  integrata  nelle  zone  marine  e  costiere  EB‐ICZM.  

MED4EBM intende fornire strumenti per superare le criticità proponendo un innovativo strumento di gestione del territorio e del mare basatu su metodi analitici specifici e su un software che rendono l'EB-ICZM  molto più facile per il team professionale, le parti interessate e i decisori istituzionali coinvolti. 

Questo  strumento  innovativo  è  stato  sviluppato  da  PROGES  e  denominato  Integrated  Spatial  Planning  (PROGES‐ISP),  prevede  l’utilizzo  di  un  software  e  di  una  serie  di  strumenti  metodologici,  procedurali e organizzativi, per pianificare, implementare e monitorare le dinamiche di Gestione Ecosistemica attraverso un approccio partecipativo, basato su evidenze e supportato da dati oggettivi.   Il software PROGES‐ISP consente l'analisi in tempo reale di una grande quantità di dati spaziali e tabulari e la compilazione di rapporti avanzati, tramite un'interfaccia che facilita la navigazione fra grandi quantità di dati  diversi tra loro per tipologia, scala temporale e estensione geografica. 

I metodi e gli strumenti proposti consentono di gestire i processi analitici con un approccio multi‐stakeholder alla Gestione Ecosistemica Integrata delle zone marine e costiere, attraverso un percorso basato su metodi deterministici, analisi ecologiche e valutazioni socioeconomiche. Questo approccio consente ai responsabili  del  progetto  e  alle  parti  interessate  di  valutare  quantitativamente  le  relazioni  tra  componenti  dell'ecosistema, funzioni e servizi, insieme alle attività umane associate.  Ciò  costituisce  la  premessa  per  la  definizione  di  interventi  di  gestione  ecosistemica  integrata  delle  zone  costiere multistakeholder. 

(foto di Franco Middonno)

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.