5 ore fa:L'IC Rossano 3 si fa onore alla Finale Nazionale dei Giochi Matematici del Mediterraneo 2024
4 ore fa:Concorso legalità, ancora successi per la scuola "Troccoli" di Lauropoli sotto lo slogan "Stop alle Mafie"
Ieri:Il Metropolita Polykarpos accolto a Corigliano-Rossano: giorno memorabile per la comunità greco-ortodossa cittadina
3 ore fa:Cariati, il consiglio comunale approva il il rendiconto della gestione per l’esercizio 2023
25 minuti fa:Senza Sibari-Co-Ro addio anche alla Rossano-Crotone: l'appello di Tavernise
2 ore fa:Vicenda Baker Hughes ancora al palo: mancano concertazione e idee chiare sull'allocazione
21 ore fa:Baldino (M5s) attacca Occhiuto: «Con la faccia di bronzo fa campagna elettorale nell'Alto Jonio, luogo saccheggiato e depredato»
22 ore fa:Ballarati, autore castrovillarese, conquista anche Napoli
4 ore fa:“I piccoli eroi” della Scuola dell'Infanzia di "Via Nazionale" e di “Crosetto”
23 ore fa:Patologie reumatiche, due giornate di approfondimenti all'Unical

Rossano, Flavio Stasi: "Regione e Governo trovino i soldi per SP 188 e SP 253"

1 minuti di lettura
di REDAZIONE All'indomani della visita che il Movimento #RossanoPulita ha fatto ieri 25 gennaio in Provincia, il candidato a sindaco Flavio Stasi porta all'attenzione attraverso una nota stampa le svariate incongruenze relative al sistema infrastrutturale locale. «Per quanto riguarda la SP 188 gli uffici tecnici dell'ente Provincia, a corredo dell'esposizione dei documenti, si sono detti pronti ad avviare in tempi brevi le procedure necessarie per i lavori di messa in sicurezza, con un solo problema: non ci sono i soldi per l'intervento. Altro ufficio, altra strada, la SP 253 tra Rossano scalo e contrada Piragineti, stessa risposta: si sta provvedendo ad un tamponamento provvisorio laddove ci sono le criticità più gravi ma per la messa in sicurezza completa e definitiva non ci sono i soldi. Fermo restando la totale responsabilità dell'ente Provincia per la mancata manutenzione della galleria paramassi che risale a decenni addietro, il contesto di totale abbandono e caos istituzionale sulla questione è intollerabile e richiede interventi celeri a più livelli. Il rischio concreto è che sia sulla SP 253, sia sulla SP 250, ovvero sull'arteria su cui viene deviato quasi tutto il traffico in entrata ed in uscita dal centro storico, torni l'attenzione solo nel caso in cui accadano episodi gravi: un rischio che dobbiamo, invece, scongiurare. Per questa ragione diffideremo la provincia ad avviare immediatamente le procedure per la messa in sicurezza di entrambe le arterie, una diffida rafforzata dalla petizione, sottoscritta da centinaia di cittadini in pochi giorni, per l'inizio dei lavori sulla SP 188. Ma allo stesso tempo è bene precisare che del grave pericolo per l'incolumità pubblica vigente in questo momento sulle strade del territorio rossanese, se ne devono assumere la responsabilità anche la Regione Calabria ed il Governo, i quali – nel caos istituzionale aggravato dalla presunta chiusura delle Province – hanno il dovere di contribuire immediatamente alla raccolta dei fondi necessari ai lavori di messa in sicurezza delle strade. Pertanto ci rivolgeremo formalmente al Presidente Oliverio ed al responsabile della Protezione Civile, dott. Tansi, per chiedere provvedimenti concreti in questo senso. Nel frattempo, data la situazione inaccettabile che dura ormai da mesi con numerosi incidenti sfiorati quotidianamente e col rischio concreto di isolare migliaia di cittadini (basti pensare alla situazione precaria della strada di fronte all'ex stadio De Rosis) , avvieremo nei prossimi giorni l'organizzazione di una mobilitazione popolare della cittadinanza per sostenere queste sacrosante richieste. Al Commissario Lombardo, in continuità con quanto richiesto in occasione dell'incontro tenutosi nella sala del Consiglio Comunale alcune settimane fa, chiediamo di adoperarsi tenacemente per l'immediato inizio dei lavori sui tratti di competenza comunale e di rappresentare con forza e decisione le ragioni della nostra comunità in seno alle altre istituzioni».
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.