8 ore fa:Autonomia differenziata, Graziano e De Nisi (Azione) chiedono ai deputati di votare "No"
7 ore fa:Brucia l'alto Jonio: incendi a Iti, Piana Caruso e Sibari
6 ore fa:Saccomanno ringrazia la Calabria «per il risultato straordinario della Lega alle ultime elezioni»
5 ore fa:Elezione diretta del premier e abolizione dei senatori a vita: approvato Ddl costituzionale al Senato
9 ore fa:Apprendimento, promozione territoriale e divertimento: numeri raddoppiati per il “Calabria Summer Camp 2024”
7 ore fa:Lo spoke ancora in sofferenza, Castrovillari fa quadrato attorno al suo ospedale
9 ore fa:Gallo alla mobilitazione Coldiretti Calabria "basta cinghiali": «La Regione farà la sua parte»
6 ore fa:Presto gemellati i comuni di San Cosmo Albanese e quello albanese di Mirdita
5 ore fa:Laboratorio creativo a Corigliano-Rossano per il progetto Green future Erasmus+
8 ore fa:Annunziata, entra in funzione il nuovo reparto di Ginecologia

Calcio: la Rossanese riparte dalla Prima categoria

1 minuti di lettura

Ottenuto il ripescaggio in Prima categoria, l’Asd Rossanese pensa alla squadra e alla dirigenza. Rimodulate tutte le cariche sociali ed eletto il nuovo Presidente. Che è Fabio Abbruzzese. Il vice e Giuseppe Mazza, insieme a Giovannibattista Acri. Segretario Domenico Napolitano. Suo vice Antonio Attadia. Tesoriere Domenico Dima Ruggiano. Direttore Generale Pietro Le Fosse. Mentre il direttore sportivo è Vincenzo Rago. Consiglieri, invece, sono: Stefano Acri, Marcello Sapia, Giovanni Scatigna, Piero Provino e Natale Le Fosse. Come allenatore ingaggiato l’esperto Paolo Triolo. I dirigenti della nuova società, quindi, sono quelli sopra citati. È un aspetto che la nuova dirigenza tiene a precisare. Intanto, ci si auspica che il calcio rossanese ritorni presto nella categoria che gli compete. Almeno la Serie D. Con tutto il rispetto per le categorie inferiori. Per fare questo, c’è bisogno che si crei un movimento imprenditoriale di tutto rispetto. Il nome “Rossanese” non può e non deve restare in categorie inferiori. Il tempo dei “dispettucci” tra una parte e l’altra sono finiti. Adesso bisogna mettere mano al portafogli. Così come fecero i vari Lapietra, Smurra, Pisano, Graziano, Candiano, Mascaro, Zumpano, Guerriero, e, in altri tempi, Ioele e Fedele. Che questo sia l’anno buono per gettare le basi per un futuro degno dei colori e della tradizione calcistica rossoblu. Nel calcio ci vogliono fatti, non parole.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.