Ieri:Conclusa la prima edizione del progetto “Marathon Experience” a Corigliano-Rossano
14 ore fa:Morano, precipita in burrone: interviene il pronto soccorso alpino
Ieri:Appiccarono il fuoco a due autovetture: in manette due cassanesi
21 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Le successioni in casa Sambiase del Principato di Campana
1 ora fa:Maltrattava la compagna: condannato a tre anni e sei mesi senza benefici
Ieri:Archeologi per un giorno: i bambini del Polo dell’infanzia Magnolia sulla tracce di Sybaris
22 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
20 ore fa:Nuova toponomastica a Sibari nel solco della memoria e della commozione
19 ore fa:Filcams Cgil alla 3 Emme: «Basta menzogne e  soprusi»
23 ore fa:Detenuto accusato di falsa testimonianza è stato assolto perché il fatto non sussiste

L'Ipseoa “K. Wojtyla” di Castrovillari promuove la cultura e la prevenzione andrologica a scuola

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - L’Ipseoa “K. Wojtyla” di Castrovillari anche quest'anno ha aderito al progetto "Percorso educativo di cultura e prevenzione andrologica a scuola". Obiettivo lo screening preventivo presso gli adolescenti, i quali troppo spesso, soprattutto quelli di sesso maschile, trascurano la prevenzione, nonché la promozione di uno stile di vita sano, la riduzione di comportamenti a rischio, la conoscenza del legame esistente tra comportamenti personali e il benessere fisico-psichico e sociale.

Il progetto, tenutosi  venerdì 10 maggio, è stato promosso e organizzato dalla dottoressa Mariella Sturniolo grazie alla colloborazione volontaria del dottore Alessandro Papini, specialista in Andologia e Urologia presso l’Università di Arezzo.

Dopo la mattinata dedicata alle visite, si è svolto, presso il Convitto annesso all’Ipseoa, il seminario “Alimentazione e Fertilità Maschile”.  L’evento ha visto la partecipazione della dirigente dell’istituto, Immacolata Cosentino, del sindaco della città, Domenico Lo Polito, di Mariagrazia Mainieri, presidente della Croce Rossa di Castrovillari, di Elisabetta Cataldi, dirigente del Liceo Classico-Artistico-Ipia di Castrovillari e di Raffele Le Pera, dirigente dell’ITIS di Castrovillari.

Il pubblico presente ha potuto così assistere, dopo la presentazione del dottor Papini sulla correlazione tra alimentazione e fertilità maschile, ad un interessante dibattito sui temi della prevenzione e della salute, argomenti sui quali la nostra comunità scolastica coinvolge gli studenti e le loro famiglie per la loro importanza in relazione al futuro dei nostri giovani. Durante l’incontro è stato letto il messaggio del dottor Maurizio Tucci, Presidente Associazione Laboratorio Adolescenza Milano, che si è complimentato per l’iniziativa, auspicando che venga assunta come modello da seguire anche in altri contesti scolastici. Il progetto, in virtù del quale sono eseguite delle visite agli studenti di sesso maschile, è stato promosso anche dalla Croce Rossa della Sezione di Castrovillari: prezioso è stato il contributo delle operatrici della Croce Rossa, che hanno supportato tutta l’organizzazione delle visite svoltesi nelle scuole.

La serata è stata poi allietata dall’intrattenimento organizzato dalle studentesse delle classi II C-IV C- V C Accoglienza Turistica, coordinate dai docenti Antonietta Mirabelli, Immacolata Acquesta, Carmen Antonucci e Carmine Sirufo, che hanno curato sapientemente ogni dettaglio per la bella riuscita dell’evento.

 

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.