10 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Sconfitta interna "indolore" per la Caffe San Vincenzo: quarto posto blindato
12 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
3 ore fa:Conte arriva a Corigliano-Rossano e con Stasi è amore a prima vista: «È una garanzia»
1 ora fa:La Straface inaugura nuova punto politico a Rossano e parla di turismo: «Ci ispireremo a Tropea»
4 ore fa:Fu la Panaghia la prima chiesa di Rossano? C'è un indizio storico
8 ore fa:La Lega Navale incontra l'Esecutivo: in vista nuovi progetti per Corigliano-Rossano
9 ore fa:Era stato stato accusato di violenza, assolto un agente di polizia
4 ore fa:Il purgatorio è finito: la Rossanese è l’Eccellenza
11 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Calopezzati, dai Caputo alla scomparsa di Covella Ruffo
7 ore fa:Imposte e Documento unico di Programmazione, torna a riunirsi il Consiglio comunale

Alternanza scuola lavoro con la Guardia Costiera per 15 studenti di Co-Ro

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Continua la collaborazione tra il Corpo delle Capitaneria di porto – Guardia Costiera ed il mondo della Scuola: infatti per 15 studenti del 5^ anno dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Nicholas Green Falcone e Borsellino” di Corigliano-Rossano - indirizzo “Conduzione del Mezzo Navale”, si è conclusa un’avventura fuori dai banchi di scuola iniziata il lunedì 6 febbraio nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro avviato con la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Corigliano Calabro.

La collaborazione, che scaturisce da una specifica convenzione tra Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e il Ministero dell’Istruzione e del Merito, si basa su un modello di apprendimento che avvicina in maniera formale e sostanziale-pratica i giovani discenti al mondo del lavoro.

Nel corso di queste 6 giornate, gli studenti hanno ascoltato le esperienze professionali dei loro tutors, hanno seguito lezioni teoriche frontali anche attraverso la visione di filmati istituzionali, alcuni dei quali ritraggono gli uomini e le donne del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in scene reali di attività operative, hanno partecipato come giovani marinai appena arruolati ad alcune attività tecnico-nautiche-amministrative.

In particolare, hanno preso conoscenza degli uffici patenti nautiche, gente di mare, naviglio e demanio marittimo, hanno seguito alcune attività operative.

L’acme si è raggiunto con la visita alla Sala Operativa, dove vengono gestite tutte le fasi di ricerca e soccorso in mare e contrasto all’inquinamento marino, e con la visita statica alle motovedette appositamente dedicate a questo delicato compito.

Ecco le parole del Dirigente Scolastico dottor Alfonso Perna, coadiuvato dal professore Amato Leonardo, proferite durante il commiato di chiusura: «Attraverso questi momenti, gli studenti hanno avuto, inoltre, l'opportunità di conoscere meglio la virtuosa realtà della Capitaneria di porto-Guardia Costiera e, soprattutto, arricchire la loro cultura del mare, dell'ambiente marino e delle sue risorse ed il sacrificio che ogni giorno i nostri militari affrontano senza lesinare energie. Un’esperienza risultata essere di elevato impatto formativo per tutti i discenti, in un’ottica di scambio, confronto ed approfondimento sul campo, rappresentando allo stesso tempo uno stimolo per rinforzare la motivazione allo studio e potenziare, seguendo l’approccio ed il linguaggio scolastico, le conoscenze e le competenze tecnico-lavorative nell’ambito marittimo e della Guardia Costiera con l’auspicio di rinforzare l’esperienza in un futuro immediato vista la grande positività dei momenti formativi».

Al termine, gli studenti sono stati salutati da tutto il personale, militare e civile, della Capitaneria di Porto soddisfatto per l'attenzione e la curiosità evidenziate.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.