4 ore fa:Crosia, inaugurato nella frazione Mirto il centro di raccolta comunale
3 ore fa:Innovazione digitale, a Corigliano-Rossano già disponibili i certificati anagrafici on-line
5 ore fa:Lunedì saranno svelati tutti i dettagli dell’atteso Rural Food Festival di Castrovillari
5 ore fa:La Regione al fianco delle aziende florovivaistiche: bando per oltre 800mila euro
4 ore fa:Corigliano-Rossano, l’ultima “moda” politica: i Consigli comunali on the road
3 ore fa:Sindacato lavoratori poste della Cisl di Cosenza: Confermato Benvenuto come segretario
6 ore fa:A Co-Ro prende il via "Lib(e)riamoci in Città" con la presentazione del libro di Tommaso Greco
5 ore fa: “È tempo di Volley” raccoglie consensi: nasce un’importante sinergia tra IC Tieri e Corigliano Volley
5 ore fa:La Regione accelera sui vaccini: 18mila somministrazioni a domicilio
6 ore fa:Perseguitava l'ex compagna, arrestato un agente della Polizia municipale di Corigliano-Rossano

Il re si prende le chiavi di Castrovillari: inizia il Carnevale

2 minuti di lettura

CASTROVILLARI E’ iniziato col giovedì grasso e la consegna delle chiavi a Re Carnevale, la 63 edizione dello storico Carnevale di Castrovillari, le cui origini affondano al 1600 con la farsa dialettale di Cesare Quintana, l’Organtino.  Quest’anno a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, non ci saranno sfilate e feste in strade e piazze, ma il divertimento  è assicurato attraverso le TV che hanno dato il loro contributo gratuitamente :  Calabriasona  - canale 610, Mediasud - canale 876 e RTT Tele Tebe - canale 115, sulle pag Facebook:   Carnevale di Castrovillari  - Pro Loco di Castrovillari - ARCA Communication e Calabriasona;  sulle piattaforme digitali : www.italiacable.it   e  www.calabriasat.it,  o attraverso il sito www.carnevalecastrovillari.it.

E così, nonostante le difficoltà, dalla sala riunioni della Pro Loco cittadina, Ente organizzatore dell’evento,  la cerimonia del passaggio delle chiavi, assente il sindaco Mimmo Lo Polito, a fare le veci l’assessore allo spettacolo, Ernesto Bello, è andata in scena ugualmente ed è stata diffusa attraverso Tv e social network.

La storica maschera castrovillarese dell’Organtino, rappresentata da Fedele Battipede, dell’Associazione Teatrale “Aprustum” ha invitato tutti a stare a casa comodamente seduti in poltrona a gustarsi lo spettacolo. Poi è stata la volta del contrasto fra Quaresima ( interpretata da Martina Aloisio e Re Carnevale, nelle vesti Leonardo Pandolfi, entrambi dell’associazione Culturale Teatrale “Aprustum ”) . A seguire la consegna simbolica delle chiavi della città, da parte dell’assessore Bello al Re Carnevale, quest’anno imbavagliato con la mascherina e non con la maschera. Non poteva certo mancare la Madrina, la bellissima Diana Nicoletti, vincitrice lo scorso anno del concorso, detentrice fino al prossimo carnevale del titolo. Gli organizzatori sperano di riprendere questa edizione, tra l’estate e l’autunno. Intanto  la grande festa, vanto e tradizione del paese, inserita dal Touring Club tra i 10 carnevali più belli d’Italia e riconosciuta dal Mibact, tra gli eventi storicizzati, ha preso il via, anche se virtualmente, anche nel 2021. Poi si è dato vita ad un talk, presentato da Carlo Catucci, voce storica e conduttore della manifestazione carnascialesca, con interviste ed immagini delle passate edizioni. Una prima parte con la presenza del presidente e il direttore artistico della Pro Loco, rispettivamente, Eugenio Iannelli e Gerardo Bonifati, è stata dedicata all’evento, monco quest’anno dell’allegria, della spensieratezza, delle sfilate e degli oltre 100 appuntamenti che la manifestazione regala da ben 62 anni.

Il tutto è stato supportato da immagini delle passate edizioni, a cura dell’Associazione Arca Communication e da interviste. A portare i saluti attraverso video, il sindaco di Castrovillari che, dopo 12 anni in presenza, era assente per motivi di lavoro, il presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra e l’assessore della provincia di Cosenza, Giuseppe Oliva. La seconda parte è stata dedicata alle Serenate Tradizionali, vanto della kermesse carnascialesca, che ogni anno nel rione “Pantanello”, richiama tanta gente e tra tarantelle e degustazioni tipiche si dà sfogo all’allegria attraverso una sana competizione di gruppi mascherati che allietano la serata. A parlare di questo evento, uno degli organizzatori, Fernando Loricchio che insieme a Giovanni De Santo, consiglieri della Pro Loco, danno vita a questo evento impreziosito ogni anno da artisti del celebre marchio “Calabriasona”.

Ed è stato proprio il direttore, Giuseppe Marasco a portare, attraverso un video,  il saluto. Una edizione che resterà senz’altro nella storia, come le precedenti ma che, quest’anno a causa della pandemia non si potrà vivere appieno, ritrovandosi fisicamente l’uno accanto all’altro in un vortice di allegria. Il Carnevale di Castrovillari, seppur virtualmente, andrà in scena ancora domenica 14 febbraio alle ore 14.30,  con la prima Grande Sfilata e la “Parata della Gioia”, lunedì 15 febbraio alle ore 21.00,  con il meglio del “Gran Galà del Folklore” ed infine martedì 16 febbraio alle ore 14.30, con le sfilate e i falò di Re carnevale che hanno accompagnato queste 62 edizioni del Carnevale di Castrovillari. 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.