21 minuti fa:Corigliano-Rossano, Manzi torna ai domiciliari: accolta la tesi dell'avvocato Zagarese
2 ore fa:Nel 2020 in Calabria i consumi sono diminuiti di 3 miliardi. Per ristoranti e alberghi - 40,6%
1 ora fa:Giustizia riparativa, Castrovillari promuove percorsi per il recupero sociale di chi ha commesso un reato
2 ore fa:Covid, in Calabria diminuiscono i ricoveri ma si registrano 2 vittime
51 minuti fa:RollerCup Monte Gimmella, al via la stagione agonistica del comitato calabro lucano per lo sci nordico
41 minuti fa:Al Procuratore della Repubblica di Castrovillari D'Alessio giungono gli auguri del territorio
5 ore fa:REGIONALI 2021 - Graziano Di Natale: «Consorzio di Bonifica Valle Lao nel caos. Ancora una volta dipendenti non retribuiti»
3 ore fa:Ospedale di Trebisacce, al via il tavolo tecnico di coordinamento per la rimodulazione del nosocomio
2 ore fa:Co-Ro in attesa, l’opposizione si chiede: «Ma la nuova Giunta il sindaco l'ha fatta, sì o no?»
6 minuti fa:Occhiuto in Spagna incontra Ayuso: gettate le basi per relazioni tra la comunità madrilena e quella calabrese

Il Frecciargento Sibari-Bolzano non è più prenotabile oltre il 31 dicembre. Abate: «Nessuno osi toccare quel treno»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Rosa Silvana Abate, Senatrice del Movimento 5 stelle e capogruppo degli affari regionali, ha inviato una richiesta urgente di incontro all'assessore regionale ai Trasporti Domenica Catalfamo per discutere della questione della proroga del contratto del treno Frecciargento Sibari-Bolzano via Roma Termini esistente tra la Regione Calabria e Trenitalia.

La questione è divenuta non più procrastinabile «sia perché dal tredici dicembre entrerà in vigore l'orario invernale sui canali di vendita di Trenitalia ma il suddetto Frecciargento non risulta prenotabile oltre il 31 dicembre; sia perché Trenitalia, in attesa delle decisioni del Governo regionale, ha mantenuto sulla piattaforma il treno ma lo ha reso non prenotabile perché a fine dicembre scadrà la proroga del suddetto contratto in essere con la Regione Calabria. Quindi – scandisce la Parlamentare - il treno a fine anno, senza firma del nuovo contratto, dovrebbe essere dismesso».

Secondo una serie di notizie in possesso alla Senatrice pare che già da alcune settimane sia stata inviata alla Regione, da parte di Trenitalia, tutta la documentazione utile per la proroga del servizio. «Ma – ammette l’esponente a 5stelle - il tempo stringe e nulla, ancora, è stato fatto. Un ritardo che si fa sempre più pericoloso sia per il futuro dello stesso Frecciargento sia perché la Regione Calabria avrebbe dovuto fare una serie di richieste a Trenitalia come, ad esempio, lo scorporo del periodo Covid-19 dai vari conteggi per tracciare il bilancio sul primo anno effettivo di contratto».

Dopo alcune settimane di sospensione del servizio nel corso del primo lockdown di marzo-aprile 2020, infatti, il treno ha ripreso a viaggiare alla metà della capienza per come previsto dai vari Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. Nonostante tutto, i dati sono andati oltre ogni più rosea aspettativa come io stessa avevo annunciato quando partecipai ai tavoli per l'istituzione di questo collegamento su rotaia.

«Nonostante queste previsioni perché la Regione Calabria ancora tergiversi e perda tempo tanto da arrivare a quattro giorni dall'inizio dell'orario invernale e a venti giorni dalla scadenza del contratto con Trenitalia senza che si sia provveduto a definire e firmare il nuovo per sbloccare questa impasse. Il tempo stringe e i cittadini non possono e non vogliono attendere oltre per vedere confermato quell'unico collegamento veloce che dalla Sibaritide porta al resto d'Italia e che si è lottato tanto per ottenerlo».

In conclusione Rosa Silvana Abate annuncia: «Sia chiaro: a nessuno venga in mente di toccare questa Freccia che difenderemo in ogni modo possibile e in tutte le sedi opportune. La fascia ionica è stata abbandonata per troppo tempo e io insieme al M5S sto facendo di tutto per invertire questo triste trend».

Josef Platarota
Autore: Josef Platarota

Nasce nel 1988 a Cariati. Metà calovetese e metà rossanese, consegue la laurea in Storia e Scienze Storiche all’Università della Calabria. Entra nel mondo del giornalismo nel 2010 seguendo la Rossanese e ha un sogno: scrivere della sua promozione in Serie C. Malgrado tutto, ci crede ancora. Ha scritto per Calabria Ora, Il Garantista, Cronache delle Calabrie, Inter-News, Il Gazzettino della Calabria e Il Meridione si è occupato anche di Cronaca e Attualità. Le sue passioni sono la lettura, la storia, la filosofia, il calcio, gli animali e l’Inter. Ha tre idoli: Sankara, Riquelme e Michael Jordan.