3 ore fa:Contro la violenza sulle donne, le scuole di Corigliano-Rossano fanno sensibilizzazione
3 ore fa:Mercato delle Clementine, la guerra in Ucraina ha dimezzato del 50% l’export degli agrumi dalla Sibaritide
4 ore fa:La Calabria sale sul podio dei campionati italiani di squash
4 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Nessun limite per Perla di Calabria Rossano. Parola d’ordine? Vincere
3 ore fa:Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Jonio, approvata la variazione di Bilancio 2022
4 ore fa:Allerta meteo a Schiavonea, il consorzio di bonifica interviene grazie al gasolio fornito dal sindaco
42 minuti fa:Cento anni dal viaggio di Roncalli in Calabria: quando il futuro “Papa Buono” visitò la nostra regione
2 minuti fa:A Schiavonea l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati celebra la “Giornata mondiale della pesca”
22 minuti fa:Crati, quattro anni dall’alluvione e ancora nessun intervento definitivo di ripristino dell'argine
2 ore fa:Vertenza Calabria, «Sud e Calabria scomparsi dall'agenda»

L’atleta Giuseppe Di Leo conquista il podio del Trofeo dei Parchi naturali

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - Sul podio della gara di Castro Salentino (che chiude le tappe del Trofeo dei Parchi naturali tra le quali è inserita anche la Marathon degli Aragonesi) è salito anche Giuseppe Di Leo, tesserato della Asd ciclistica Castrovillari. Giuseppe, primo atleta paralimpico calabrese a gareggiare nel circuito Marathon, dopo che la federazione ciclistica italiana ha permesso dal giugno 2022 ad atleti diversamente abili di competere in gare di questo livello agonistico, si è subito distinto per la sua forza di volontà e doti tecniche.

A Castro Salentino nei 53 chilometri di percorso che presentava molte difficoltà e tecniche e richiedeva doti di guida, destrezza e concentrazione, nella categoria MC3 si è piazzato con un ottimo tempo, cosi come già aveva fatto durante la gara della Marathon, la sua prima vera partecipazione ad una competizione agonistica.

Di Leo è per la Asd Ciclistica Castrovillari un «fiore all'occhiello dei ciclisti in mountain bike» affermano dalla società. Ha avuto modo di distinguersi nel lungo e difficile percorso di Castro Salentino conquistando il podio dopo aver lottato con atleti della sua categoria. A lui «un grosso plauso da tutta la Castrovillari sportiva» che saprà accompagnarlo nei prossimi impegni che lo attenderanno in sella alla sua inseparabile mountain bike.

(Fonte abmreport)

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell’informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia