6 minuti fa:Co-Ro, tutela del mare: la Guardia Costiera incontra gli alunni dell'istituto "Erotodo"
1 ora fa:La scuola primaria di Via Nazionale di Rossano sbanca al Primary Hack #NextGen
3 ore fa:La vicinanza di Mons. Aloise ai salesiani colpiti dall'incendio la scorsa notte
2 ore fa:Emergenza depurazione, sarà un'altra estate da incubo? Aspettando i nuovi progetti
27 minuti fa:Psa della Sibaritide, c’è una clamorosa decisione dietro l’angolo
2 ore fa:"La cultura della legalità" sarà il tema del secondo incontro organizzato dell'associazione Namaste
2 ore fa:Il PD di Co-Ro ricorda la Giornata mondiale contro l'omofobia
1 ora fa:«Co-Ro è una giungla»: Caputo torna all'attacco contro il sindaco Stasi
2 ore fa:Pasqualina Straface vicina ai frati salesiani: «Simbolo di aggregazione giovanile»
1 ora fa:Incendio comunità salesiani, l’amministrazione comunale esprime «solidarietà e vicinanza»

Carenza di medici nei centri di dialisi della provincia di Cosenza. «Necessario intervenire»

1 minuti di lettura

COSENZA - «I centri dialisi in provincia di Cosenza vivono una situazione di grave disagio con conseguenze sui pazienti».

Lo afferma Simona Loizzo, capogruppo della Lega in consiglio regionale.

«Sono pochi i medici in servizio - dice Loizzo - e sono costretti a turni massacranti per venire incontro alle esigenze dei pazienti. Ricoverare pazienti dializzati risulta praticamente impossibile e questo causa una forte emigrazione verso altre regioni».

«Non è mai veramente nata la rete nefrodialitica -prosegue - che avrebbe dovuto coordinare gli interventi. C'è bisogno di nuove assunzioni per garantire un'assistenza completa ai pazienti e per dare vita alla rete assistenziale».

«Ci auguriamo che si intervenga prontamente per soddisfare i bisogni di un'utenza che merita la giusta attenzione» conclude.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.