19 minuti fa:A Schiavonea l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati celebra la “Giornata mondiale della pesca”
4 ore fa:La Calabria sale sul podio dei campionati italiani di squash
3 ore fa:Contro la violenza sulle donne, le scuole di Corigliano-Rossano fanno sensibilizzazione
3 ore fa:Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Jonio, approvata la variazione di Bilancio 2022
4 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Nessun limite per Perla di Calabria Rossano. Parola d’ordine? Vincere
38 minuti fa:Crati, quattro anni dall’alluvione e ancora nessun intervento definitivo di ripristino dell'argine
59 minuti fa:Cento anni dal viaggio di Roncalli in Calabria: quando il futuro “Papa Buono” visitò la nostra regione
3 ore fa:Mercato delle Clementine, la guerra in Ucraina ha dimezzato del 50% l’export degli agrumi dalla Sibaritide
4 ore fa:Allerta meteo a Schiavonea, il consorzio di bonifica interviene grazie al gasolio fornito dal sindaco
2 ore fa:Vertenza Calabria, «Sud e Calabria scomparsi dall'agenda»

Domani 12 aprile al Palateatro di Mirto, il Mar'Haba Fest, evento sull'integrazione e l'accoglienza

1 minuti di lettura

Domani al Palateatro di Mirto,  l'iniziativa Mar’Haba Fest. Una giornata dedicata al dialogo e allo scambio culturale con momenti di dibattito, spazi artigianali e gastronomia

A Crosia l'iniziativa Mar’Haba Fest. Una giornata dedicata al dialogo e allo scambio culturale con momenti di dibattito, spazi artigianali e gastronomia. È un altro degli appuntamenti strategici inseriti nell’ambito delle politiche sociali promosse dall’Amministrazione comunale di Crosia con il prezioso contributo di Cidis Onlus, associazione gestore del progetto Sprar attivo nel Comune di Crosia. L'assessore Guido: "Favorire e sostenere il valore dell’inclusione.  L’evento è in programma per domani (venerdì 12 aprile) a partire dalle ore 9.30 nella cornice del PalaTeatro “Carrisi”  E si incastona nel più ampio ventaglio di iniziative promosse all’interno del progetto comunale di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. 

Accoglienza e inclusione – dice l’assessore alle Politiche sociali, Graziella Guido – sono due leve che in questi cinque anni di consiliatura a guida Russo abbiamo voluto valorizzare per far crescere e rendere ancora più solida l’ampia e fitta rete di servizi sociali presenti nel nostra comunità. La manifestazione di domani sarà sicuramente un buon momento per capire, insieme alle scuole e ai cittadini, la parte bella di una comunità aperta e multiculturale. L’evento sarà una buona occasione per presentare e far conoscere i servizi erogati dall’associazione Cidis Onlus, con la fattiva collaborazione del Comune di Crosia, nel contesto del progetto Sprar volto a promuovere – conclude Guido - una concreta inclusione delle famiglie dei rifugiati accolti nella nostra comunità.

OPEN DAY, ACCOGLIENZA E DIBATTITO  CON LE SCUOLE CITTADINE E MONSIGNOR GIUSEPPE SATRIANO
L'Open day sarà strutturato in due momenti. Il primo di accoglienza, a partire dalle ore 9.30,  durante il quale gli alunni dei plessi scolastici cittadini saranno impegnati in giochi multiculturali, nell’esposizione degli stand di sartoria e patchwork creati dagli ospiti del progetto e saranno offerti the e biscotti arabi

Alle 11, invece, è previsto un momento di dibattitto, moderato dal giornalista Antonio Iapichino, al quale interverranno l’assessore alle Politiche sociali del comune di Crosia, Graziella Guido, la presidente di Cidis Onlus, Maria Teresa Terreri, i dirigenti degli istituti scolastici cittadini, Rachele Donnici e Franco Murano dirigente dell' I.I.S (Liceo scientifico - IPSCT, IPSIA, ITI) di Cariati,  Liceo scientifico  e ITE Mirto, scuola che ha incluso all'interno di una classe due giovanissimi siriani. Concluderà i lavori l’arcivescovo di Rossano-Cariati, Mons. Giuseppe Satriano

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.