1 ora fa:Niente autostrada fino al mare: la Soprintendenza "elimina" dal progetto della 106 il raddoppio della Statale 534
56 minuti fa:A Cerisano riaprono le porte della storica Oasi di Sant’Antonio
16 ore fa:L'Unical continua a crescere: per il quinto anno consecutivo aumenta la percentuale di iscritti
12 minuti fa:Boom di iscrizioni per la terza edizione della Marathon Aragonesi Kids
2 ore fa:Corona di alloro per gli atleti speciali de I Figli della Luna
15 ore fa:Ecco i 24 eletti del nuovo Consiglio Comunale di Corigliano-Rossano: Rosellina Madeo la più votata
3 ore fa:Caloveto chiede l’attivazione dei pozzi del Trionto
15 ore fa:La storia delle scatoline liquirizia Amarelli al Ministero del Made in Italy
1 ora fa:Perdite di acqua, il Comune di Co-Ro valuta azioni legali nei confronti di Sorical
41 minuti fa:Nuovo appuntamento per "La Città della Musica" con il Concerto per fisarmonica del Maestro Ruffolo

Evasione per traffico di stupefacenti, assolto pluripregiudicato rossanese «perché il fatto non sussiste»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Il Tribunale di Lodi, in totale accoglimento delle richieste degli avvocati Francesco Nicoletti e Giusy Acri, del medesimo Studio, ha assolto il 29enne P.A., pluripregiudicato rossanese, imputato del reato di evasione. 

Al giovane si contestava di aver evaso, nel maggio del 2020, la misura cautelare degli arresti domiciliari alla quale si trovava sottoposto nel territorio di Lodi per effetto di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Lodi poiché ritenuto concorrente, unitamente ad altre due persone, di un ben organizzato e articolato traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina e marijuana. Il 29enne era coinvolto in una più vasta attività di indagine effettuata da personale del N.O.R. Carabinieri di Lodi relativa a plurime ipotesi di reato riconducibili allo spaccio di sostanze stupefacenti. Grazie anche alle operazioni di intercettazione telefonica e nonostante il linguaggio criptico utilizzato, gli inquirenti avevano ricostruito il “modus operandi” per giungere anche alla identificazione del giovane P.A., ritenuto custode di parte dello stupefacente nonché partecipe alla spartizione dei proventi dell’attività di spaccio. 

A seguito di un apposito controllo sul rispetto della misura cautelare impostagli, effettuato dai Carabinieri il 29enne non veniva rinvenuto all’interno dell’abitazione dove si trovava ristretto ai domiciliari. Da qui il procedimento con l’accusa di evasione – per essersi allontanato dall’abitazione senza l’autorizzazione dell’Autorità – nel corso del quale, in sede di istruttoria dibattimentale, sono stati escussi i testi indicati dalle parti. Il Tribunale di Lodi, all’esito della camera di consiglio, in totale accoglimento delle richieste avanzate dagli avvocati Francesco Nicoletti e Giusy Acri, ha emesso nei confronti dell’imputato sentenza di assoluzione con la formula più ampia “perché il fatto non sussiste”.
 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.