13 ore fa:Il presidente di Mondiversi Antonio Gioiello nominato componente dell'osservatorio regionale sulla violenza di genere
14 ore fa:Bevacqua (Pd) annuncia la partecipazione allo sciopero generale del prossimo 12 dicembre
13 ore fa:Co-Ro, «a Via Cannata la situazione è peggiorata»
17 minuti fa:A Cropalati un albero di Natale simbolo della pace: 1.650 mattonelle di lana per dire “no” alla guerra
14 ore fa:Omicidio Aquino: una contrapposizione tra gruppi criminali per il controllo del territorio
46 minuti fa:Nella notte a fuoco due auto nel centro di Corigliano scalo. Si presume il dolo
12 ore fa:Lotto, scommesse e slot machine: alcuni vincono tutti gli altri restano in mutande
11 ore fa:Dicembre di eventi a Corigliano-Rossano: parte la stagione teatrale con tutte le manifestazioni natalizie
14 ore fa:Lavatrici, frigoriferi, pneumatici e anche contenitori di pesticidi… ecco cosa ci hanno restituito i fiumi
13 ore fa:Incontriamoci al Museo, Cariati inaugura il cartellone degli eventi natalizi

Co-Ro, da vittima di estorsione a imputato per lesioni aggravate: assolto per insussistenza dei fatti

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Una vicenda kafkiana, tanto paradossale, quanto assurda si è risolta positivamente, per V.S. un noto imprenditore e patron di un gruppo che tratta interessi diversi, con un occhio sempre attento alle attività di beneficienza e al sociale. L'uomo da vittima di estorsione si è trovato imputato per lesioni aggravate, violenza privata, minacce e diffamazione. All'esito del processo il Tribunale di Castrovillari accogliendo la richiesta formulata dal difensore, avvocato Ettore Zagarese, lo ha assolto per insussistenza dei fatti.

IL FATTO – La storia risale a qualche anno fa quando l'imprenditore si vedeva costretto a sporgere quattro denunce in cinque giorni perché vessato dalle continue richieste di denaro da parte di una persona, denaro che, se non puntualmente consegnato, scatenava la sua ira con reazioni scomposte, minacce di morte e ripetuti danneggiamenti ai beni aziendali. Nel mentre l'imprenditore vessato attendeva la trattazione dei processi giudiziari relativi alle sue denunce la vicenda assumeva toni da farsa per cui da denunciante si scopriva, sgomento e allibito, sotto processo perché nel frangente era stato denunciato dal presunto estortore.

Il processo si è articolato in una lunga istruttoria con l'audizione di diversi testimoni e l'acquisizione di una grossa mole di documenti. Al termine dell'istruttoria il Pm chiedeva la condanna dell'imprenditore a nove mesi di reclusione. Di diverso avviso l'avvocato difensore, Ettore Zagarese, che ha dimostrato come l'accusa mossa all'imprenditore fosse falsa, tanto da chiedere al termine dell'arringa la trasmissione degli atti alla Procura perché proceda contro il denunciante per il relato di falsa testimonianza, chiedendo e ottenendo dal Giudice l'assoluzione del proprio assistito.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.