1 ora fa:Il PD di Co-Ro ricorda la Giornata mondiale contro l'omofobia
25 minuti fa:«Co-Ro è una giungla»: Caputo torna all'attacco contro il sindaco Stasi
2 ore fa:Marathon degli Aragonesi: le due ruote come strumento per valorizzare il turismo sostenibile
10 minuti fa:Incendio comunità salesiani, l’amministrazione comunale esprime «solidarietà e vicinanza»
4 ore fa:San Francesco di Paola festeggiato a Terranova tra preghiere e antichi canti tradizionali
1 ora fa:La vicinanza di Mons. Aloise ai salesiani colpiti dall'incendio la scorsa notte
55 minuti fa:Emergenza depurazione, sarà un'altra estate da incubo? Aspettando i nuovi progetti
1 ora fa:Pasqualina Straface vicina ai frati salesiani: «Simbolo di aggregazione giovanile»
2 ore fa:Al via i lavori sulla strada Corigliano-Villaggio Frassa. Novello: «La città sta cambiando volto»
1 ora fa:"La cultura della legalità" sarà il tema del secondo incontro organizzato dell'associazione Namaste

Co-Ro, sottoufficiale di Polizia accusato di cessione di cocaina: assolto con formula piena

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Assolto perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza del Tribunale di Castrovillari che ha assolto C.C., 40 anni, sottoufficiale di Polizia, originario di Corigliano-Rossano, attualmente assegnato ad altra sede.

Accolta in toto la tesi del difensore, avvocato Ettore Zagarese.

IL FATTO - Il sottoufficiale all'epoca dei fatti era stato accusato di aver agevolato la cessione di stupefacente, del tipo cocaina.  L'accusa nasceva a margine di una maxioperazione antidroga sul territorio dell'allora comune di Rossano e si fondava sul contenuto di alcune intercettazioni ambientali dalle quali gli inquirenti avevano tratto la convinzione che, attraverso l'uso di un linguaggio criptico, C.C. fosse coinvolto in un'attività di intermediazione tra i cessionari e gli assuntori dello stupefacente, traendone così il sospetto di lucrosi guadagni.

L'indagato fin dall'inizio ne aveva protestato la propria innocenza e si era dichiarato totalmente estraneo alla vicenda.

Il processo, composto da numerose udienze destinate all'assunzione delle prove ed alla trascrizione dell'enorme mole di materiale intercettato dalle forze dell'ordine, era giunto alle soglie della prescrizione, ma, l'imputato, consapevole della propria innocenza, con l'avallo del suo difensore, aveva rifiutato che venisse applicato l'istituto della prescrizione preferendo affrontare il processo.

I fatti gli hanno dato ragione essendo stato scagionato con formula piena da tutte le accuse.  Al deposito delle motivazioni della sentenza l'avvocato Ettore Zagarese ha dichiarato la propria soddisfazione per l'esito ed ha tenuto ad evidenziare come il proprio cliente non abbia mai perso la fiducia nella Giustizia e da innocente, ha preferito evitare il comodo rimedio della prescrizione affrontando il processo uscendone meritatamente vincitore.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.