5 ore fa:Carenza di medici nei centri di dialisi della provincia di Cosenza. «Necessario intervenire»
6 ore fa:Reddito di Cittadinanza, a Morano i percettori saranno impegnati in progetti di utilità collettiva
5 ore fa:Prestigioso riconoscimento per l'Annunziata: diventa Scuola Nazionale di Ecografia Clinica
53 minuti fa:Calabresi che brillano: Matteo Bonacci è l'Art Director della cantante Laura Pausini
2 ore fa:Oli esausti e scarti di officina scaricati nel Crati, scattano denunce e sequestri
37 minuti fa:Campionato italiano Bocce, al via la serie A2 di raffa: 4 squadre calabresi pronte a stupire e a far divertire
22 minuti fa:Una goccia di "Mambisa" per sconfiggere il Covid: Nato il vaccino a somministrazione nasale
1 ora fa:Covid, in Calabria rallenta la curva dei ricoveri ma si registrano altre 8 vittime
4 ore fa:Calabria, sì ai tamponi rapidi nelle parafarmacie: depositata la mozione del M5S
5 ore fa:«Parte una nuova stagione per la scuola calabrese!». In arrivo 34 milioni per strutture più sicure

Cassano, conferita la “Benemerenza Civica” al professore Leonardo Alario

3 minuti di lettura

CASSANO JONIO - Prosegue l’azione dell'Amministrazione Comunale della Città di Cassano Jonio, guidata dal sindaco Gianni Papasso, di riconoscere l’onorificenza della “Benemerenza   Civica” a personalità, enti o associazioni che si sono distinti per abilità, gesti o iniziative in favore della comunità o dell'immagine di Cassano All’Ionio.

La Giunta Comunale, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, ha discusso e deliberato, tra l’altro, di conferire la “Benemerenza Civica” al Professore Leonardo R. Alario, noto antropologo, padre fondatore e presidente dell’Istituto di Ricerca e Studi di Demologia e Dialettologia con sede nella città delle Terme Sibarite.

Il Professore Leonardo Alario, classe 1942, nato a Cassano Jonio dove risiede, annovera fra i suoi titoli di studi la laurea in lettere, il diploma post-laurea di assistente sociale, di assistente sociale di comunità scolastiche, Cultorato di Storia delle Tradizioni Popolari, Antropologia ed Etnologia.

Per anni è stato Professore a contratto di Storia delle Tradizioni Popolari, svolgendo attività di   ricerca nel Dipartimento di Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria; membro del Comitato Scientifico del Centro Interdipartimentale di Documentazione Demoantropologica dello stesso Ateneo; membro della Consulta Scientifica della Federazione Italiana Tradizioni Popolari, dell’AISEA (Associazione Italiana per le Scienze Demoetnoantropologiche), del Comitato Scientifico del Centro Studi di Storia delle Tradizioni Popolari di Basilicata e Puglia, del Comitato Scientifico del “Festival Euromediterraneo della Musica e della Danza Arbereshe del Centro Studi e Ricerche delle Tradizioni Popolari Italo- Albanesi, della Commissione Scientifica del Premio Internazionale “Città di Castrovillari”, dell’Associazione Nazionale dei Musei d’Italia.

È da ascrivere a lui, il merito di avere ideato e organizzato per dieci anni l’evento di arte all’aperto “Incontriamoci in Via Mercato”, che ha visto la presenza di numerosi artisti calabresi e, attualmente, organizza il “Premio Cassano”, destinato ad antropologi, linguisti, storici italiani e stranieri di chiara   fama,  dirige il Museo Diocesano d’Arte Sacra di Cassano ed è, ininterrottamente dal 1993, membro della Commissione d’Arte Sacra e Beni Culturali della Diocesi di Cassano.

Lo studioso e noto ricercatore delle tradizioni popolari, è anche il fondatore e   presidente dell’Istituto di Ricerca e di Studi di Demologia e di Dialettologia (I.R.S.D.D.), che ha sede a Cassano Jonio e che ha dato un grande e significativo apporto alla promozione e alla diffusione del sapere e si occupa, in   particolare, di canti e di tradizioni orali e di rituali festivi con attività di ricerca   nelle regioni meridionali.

Il Professore Alario ha, inoltre, collaborato con la RAI, in qualità di regista- programmista e con LARES, rivista di studi demo-etnoantropologici.

È autore di saggi d’interesse demoantropologico su riviste italiane e straniere e sui maggiori quotidiani calabresi ed è autore di innumerevoli pubblicazioni e opere letterarie che ricostruiscono la storia, promuovono l’arte e le tradizioni popolari delle nostre comunità. Leonardo Alario, per tutta la sua attività culturale e per il suo nutrito bagaglio di esperienza, per l’amministrazione comunale è vanto e punto di riferimento   sia della stessa che per la Comunità di Cassano all’Ionio.

Per tali ragioni, in segno di gratitudine, la Giunta Comunale ha inteso concedere la “Benemerenza Civica” al Professore Leonardo Alario, con   la   seguente motivazione: «Per le sue grandi doti umane e per la passione che lo ha mosso a dedicare tutta la sua vita alla Cultura, all’Arte, alla trasmissione del sapere, alla valorizzazione, promozione e   salvaguardia   delle antiche tradizioni, di un patrimonio che andrebbe irrimediabilmente disperso; per   il   contributo   apportato   alla   divulgazione   della   “Cultura”     e   alla valorizzazione dei beni  storici e artistici del nostro territorio, attraverso numerose   ed   eccellenti   iniziative;   per   essere   generoso   punto   di riferimento   per   la   Città   e   l’Amministrazione   Comunale   di   Cassano Jonio e, soprattutto,  per le giovani generazioni,  che attraverso i suoi racconti   ed   i   suoi   scritti   possono   riscoprire   un   orizzonte   simbolico comune   entro   il   quale   ogni   individuo   si   riconosce   ed   acquisisce   la coscienza   dell’appartenenza   ad   un’unica   grande   Comunità».

Copia dell’atto deliberativo, dichiarato immediatamente eseguibile, è stato trasmesso al Professore Leonardo Alario e all’Ufficio Cultura dell’ente per quanto di   competenza.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.