1 ora fa:Greco (IdM): «Commissariare i comuni inadempienti sulla pianificazione urbanistica»
3 ore fa:San Lorenzo Bellizzi, grande successo per il concerto di Roberto Vecchioni
2 ore fa:A Vaccarizzo ritorna la tradizionale Rassegna del Costume Arbëreshe
22 minuti fa:Il torrente Grammisato ancora senza manutenzione: «È una catastrofe annunciata»
2 ore fa:Trebisacce, Festa del Dono: l'Avis comunale festeggia i risultati conseguiti
3 ore fa:Ad Altomonte tutto pronto per la Notte bianca e lo spettacolo del duo Arteteca
4 ore fa:Co-Ro, dalla cattedrale di Maria Santissima Achiropita il Rosario in diretta su Tv 2000
1 ora fa:Ritornano in campo i sindaci del Recovery sud con i Dieci punti dell'Agenda Sud
51 minuti fa:Foto del piromane pubblicata da Occhiuto: l'incendio appiccato a Spezzano Albanese
4 ore fa:Notte d’Estate nel centro storico di Corigliano: ci sarà anche la Corigliano Volley

Trebisacce, la Amministrazione comunale risponde all'ASD Trebisacce: palla al centro

2 minuti di lettura

TREBISACCE - É una storia dai risvolti complessi quella che ha portato oggi il Comune di Trebisacce a diffondere un comunicato stampa con oggetto "ASD Trebisacce".

Per comprenderne almeno in parte i dettagli dobbiamo partire da un comunicato stampa dell'Associazione Dilettantistica Sportiva – “Società Sportiva Trebisacce” del 7 Luglio che così recita:

"Non essendo pervenute alla data odierna manifestazioni di interesse concrete nei confronti della S.S. Trebisacce ed in considerazione, al momento, degli infruttuosi incontri con l’attuale Amministrazione Comunale, il Presidente e tutto il Consiglio Direttivo consegna, con effetto immediato, il titolo al Sindaco della Città di Trebisacce Dott. Sandro Aurelio, al Presidente del Consiglio Sasà Carlomagno, al Delegato allo Sport Leonardo La Polla ed alla Amministrazione tutta, certi che saranno in grado di portare avanti con la giusta determinazione gli incontri per coinvolgere i tanti sportivi ed innamorati del Trebisacce. Il Presidente ed il Consiglio Direttivo".

Di fatto l'ASD - S.S. Trebisacce aveva, il 30 giugno invitato, tramite i propri canali social "Tutta la cittadinanza a manifestare un eventuale interesse nei confronti della Società", al fine di permettere la prosecuzione del percorso sportivo che purtroppo quest'anno è stato caratterizzato da una retrocessione in prima categoria (anche se pare ci sarebbe stata o che forse ci sia ancora la possibilità per provare ad ottenere un ripescaggio in promozione).

Rispetto all'annuncio della consegna del "titolo", partendo dal presupposto che non è chiarissimo quale e cosa questo titolo sarebbe essendo l'ASD un’associazione, l'Amministrazione comunale ha così risposto:

«In merito alle dichiarazioni ufficiali divulgate dal Presidente e dal consiglio direttivo dell’ASD Trebisacce lo scorso 7 luglio, con le quali il predetto rappresentava la crisi dell’associazione sportiva e, al contempo, manifestava la propria volontà di “consegnare il titolo” al Sindaco della Città, al Presidente del consiglio comunale e al delegato allo sport, esprimiamo il nostro sincero rammarico.

Innanzitutto, intendiamo evidenziare che lo sport è una priorità del nostro programma amministrativo e, per questo, avvieremo un’azione tesa a garantire il massimo sostegno a tutte le associazioni sportive e, segnatamente, a quelle storiche che hanno una forte componente identitaria per la Città che abbiamo l’onore e l’onere di amministrare e di rappresentare.

Siamo convinti che sia imprescindibile avviare una leale collaborazione tra l’amministrazione comunale e gli enti privati che promuovono lo sport, nonché favorire la democraticità e, quindi, garantire la massima partecipazione dei cittadini alle associazioni sportive, quali formazioni sociali intermedie nelle quali si sviluppa la personalità dell’individuo.

Ciò posto, al fine di superare la situazione di difficoltà e di stallo in cui versa l’ASD Trebisacce, con il massimo rispetto dell’autonomia associativa e delle cariche sociali, suggeriamo al suo Presidente pro tempore di convocare l’assemblea dei soci per favorire l’ingresso di persone motivate dal desiderio di veder risplendere il glorioso Trebisacce calcio, orgoglio di tutta la nostra cittadina.

Certi che questa possa essere l’unica strada per uscire dall’impasse, siamo disponibili a supportare l’associazione stessa nell’organizzazione di un incontro pubblico volto ad acquisire reali manifestazioni d’interesse di soggetti privati, i quali potranno sicuramente apportare nuova linfa per programmare ed avviare la nuova ed imminente stagione sportiva, così come merita la storica tradizione calcistica trebisaccese».

Insomma, quel che sarà il futuro dell'ASD - SS Trebisacce non è chiarissimo al momento.
Pare tuttavia che la passione per calcio a Trebisacce sia sempre forte e intenso, tanto che potrebbe concretizzarsi la possibilità che nuove realtà calcistiche targate Trebisacce inizino un inedito percorso nella Lega Nazionale Dilettanti, partendo ovviamente dalla terza categoria.
Per quante squadre potranno tifare l'anno prossimo i trebisaccesi? Una? Due? Nessuna?
Lo scopriremo al fischio d'inizio del prossimo campionato!

Andrea Mazzotta
Autore: Andrea Mazzotta

(Cosenza, 1978) Laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista, appassionato di comunicazione e arte sequenziale, è stato direttore della Biblioteca delle Nuvole di Perugia, direttore editoriale delle Edizioni NPE, coordinatore editoriale per RW-LineaChiara, collaborando con diverse realtà legate al settore dell'editoria per ragazzi. Collabora con il Quotidiano del Sud, Andersen, Lo Spazio Bianco, Fumo di China. E' un fedele narratore delle Cronache della Contea, luogo geografico e concettuale nel quale potenzialmente può succedere di tutto. E non solo potenzialmente.