15 ore fa:“Linea Bianca” in Sila per una puntata dedicata ai tesori delle montagne calabresi
17 ore fa:Amedeo Fusco racconta Frida Kahlo a Venezia
2 ore fa:Le Lampare Bjc lanciano un appello al Sindaco Minò contro la chiusura della rete ferroviaria jonica
24 minuti fa:Tra le "Miglior Tesi di Laurea" della Iuav di Venezia c'è quella del rossanese Giulio Gigliotti
16 ore fa:Studenti della Tieri in visita ai cantieri del nuovo ospedale. Occhiuto li rassicura: «Concluderemo i lavori entro la terza media!»
16 ore fa:Unical: Sfiduciato il Presidente del Consiglio degli Studenti Gregorio Collia
18 ore fa:Una delegazione di agricoltori calabresi pronti a partire per Bruxelles 
15 ore fa:Teatro, musica e cinema: l'Unical porta in scena un cartellone dal grande respiro artistico
19 ore fa:Igiene ambientale, Tavernise (M5S): «A Crosia si calpesta la dignità dei lavoratori»
54 minuti fa:È morto Tonino Mundo, uno dei leoni socialisti dello Jonio

Scarcello: subito una bretella per la nuova città unica

2 minuti di lettura

Al comune unico Corigliano-Rossano sia garantita una bretella autostradale. Sia questa una delle priorità in ambito di dotazioni strutturali e di servizio. A proporlo è Vincenzo Scarcello a nome del coordinamento cittadino de Il Coraggio di Cambiare l'Italia di Rossano;  da tempo in prima linea, insieme alla presidenza nazionale del movimento, sulla questione relativa all’ammodernamento della Statale 106. Auspicando l’imminente inizio dei lavori per la realizzazione del Megalotto 3 della Statale 106 (Roseto-Sibari) chiediamo all’Unione Europea e ai Governi nazionale e regionale che inseriscano, tra i lavori straordinari e di somma urgenza, anche un prolungamento del nuovo asse sulla direttrice Sibari-Corigliano-Rossano. Tutto questo, in attesa che venga avviata l’attività progettuale per l’ammodernamento della Statale ionica anche per i Megalotti 8 e 9 fino a Crotone.

Diffidiamo dalle solite e belle promesse – dice il coordinatore Scarcello – che puntualmente ci propinano in campagna elettorale. Ora vogliamo i fatti. Le umiliazioni subite da questo territorio dopo anni di depauperamenti e scippi non possono più avere senso di fronte alle ragioni della nuova città Corigliano-Rossano. Che abbiamo voluto proprio per dare un senso a questa area della Calabria. La quale ha sempre offerto il suo contributo prezioso alla crescita e allo sviluppo della regione; senza mai avere nulla in cambio. Diffidiamo anche dalle imitazioni di chi oggi, con infantili escamotage lessicali, pretende di volersi intestare le battaglie che, insieme al presidente nazionale del movimento Giuseppe Graziano, abbiamo portato avanti; nonché le tante che ancora faremo per rivendicare i sacrosanti diritti della nostra gente.

SCARCELLO: BASTA MORTI INNOCENTI LUNGO LA 106

L’ammodernamento della Statale 106 – aggiunge e precisa ancora Scarcello - deve essere i punti cardine nelle priorità della nuova Città. Così come la realizzazione del nuovo ospedale; la “restituzione” del Tribunale della Sibaritide; la realizzazione della cittadella degli uffici; il diritto ad una mobilità più efficiente e sicura. Il tratto della statale ionica tra Corigliano e Rossano, già di per sé tra i più pericolosi dell’intero tracciato, a partire dal prossimo 31 marzo, con l’istituzione del nuovo comune unico, vedrà un fisiologico aumento del transito. E non vorremmo continuare a contare morti innocenti lungo questa strada. Come la tragedia (l’ennesima) capitata al giovane concittadino Andrea Forciniti, vittima incolpevole della strada della morte.

Abbiamo bisogno di un’arteria nuova, più ampia, che permetta al traffico locale di poter viaggiare in totale sicurezza tra i due centri urbani di Corigliano e Rossano. È questo un provvedimento che la Regione, al pari del Governo nazionale e all’Unione europea, dovranno assumere subito anche approvando un piano di Protezione civile per realizzare il raddoppio tra il bivio Stombi di Sibari e quello di Bucita a Rossano. Su questa che consideriamo una priorità impellente – conclude - chiederemo riscontri in campagna elettorale e ce ne faremo portavoce in tutte le sedi istituzionali.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.