8 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
5 ore fa:La Vignetta dell'Eco
11 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
5 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
9 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
10 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
9 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
5 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
7 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
10 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto

Il tribunale di Castrovillari rigetta ricorso dell'Alternativa c'è: nessuna incantidabilità del sindaco

2 minuti di lettura

CARIATI - Non sussiste alcuna causa di incandidabilità in capo al Sindaco Cataldo Minò.

Questa la nitida ed attesa sentenza pronunciata dal Tribunale di Castrovillari che rigetta il ricorso, assolutamente infondato, proposto dai consiglieri di minoranza Saverio Greco ed Emma Filippelli e dai candidati della lista “L’alternativa C’è”, nei confronti del Sindaco Cataldo Minò e di tutti i consiglieri di maggioranza.

Si chiude così positivamente per il Comune di Cariati la vicenda giudiziaria scaturita da un ricorso, alquanto bizzarro, circa l’incandidabilità del Sindaco Cataldo Minò, eletto nella tornata elettorale del 14 e 15 maggio 2023, e nel quale, ancor più delirante e fuor di logica, si chiedeva la decadenza dello stesso, di tutti i consiglieri comunali eletti e parallelamente, “di correggere il risultato delle elezioni” con il subentro alla carica di primo cittadino di Saverio Greco e di “sostituire ai candidati illegittimamente proclamati, coloro che hanno diritto ad esserlo” ovvero i candidati della lista “L’alternativa C’è”, piazzatasi seconda nella competizione amministrativa.

Richieste farneticanti, frutto di una sonora sconfitta elettorale che, oggi, a distanza di poco più di un anno, diventa ancora più inaccettabile dato l’ampio consenso ed il gradimento che la gestione Minò continua ad incassare.

Nel ringraziare il professore Paolo Clarizia del foro di Roma e l’avvocato Aldo Zagarese del foro di Castrovillari, legali dell’ente, il Sindaco Cataldo Minò esprime tutta la sua soddisfazione.

Questa è una sentenza- commenta- che rende giustizia non solo a noi amministratori ma soprattutto a quanti ci hanno sostenuto e continuano a farlo. Abbiamo sempre pensato a lavorare per il bene esclusivo del paese ed è quello che vogliamo continuare a fare. Basta con questo ostruzionismo - aggiunge- che non giova a nessuno ed è tutto a danno del bene comune. Noi – conclude- eravamo e siamo aperti ad ogni contributo che l’opposizione voglia offrire per partecipare alla rinascita di Cariati.

Compiaciuto per l’esito della sentenza è anche l’assessore al Contenzioso Francesco Cicciù: Non abbiamo mai avuto dubbi sulla candidabilità del nostro Sindaco ma oggi- commenta- finalmente la certezza.

Il Sindaco e l’assessore al Contenzioso annunciano altresì l’intenzione di promuovere appello per il recupero delle spese legali ritenendo ingiusto che i costi sostenuti per la difesa dell’Ente gravino sui cittadini e sottolineando che tali somme si sarebbero potute evitare ed utilizzare a beneficio della collettività.

Dunque è ora di mettersi l’animo in pace e di rassegnarsi dinanzi a questa nuova bocciatura. Piaccia o non piaccia, resteranno sui banchi della maggioranza fino a fine mandato anche il Vice sindaco Crescente Maria, il Presidente del Consiglio Montesanto Alda, gli Assessori Cicciù Francesco, Critelli Tommaso, Acri Arcudi Valentina ed i Consiglieri Maria Sapia Katja, Scarnato Antonio, Alterino Gabriele, difesi dai legali Leonardo Celeste, Antonello Urso, Giovanni Servidio, Antonio Monteforte, Maddalena Accogli, Antonella Pantuso, Mario Sero, Rosa Cicciù e Ferdinando Pantuso che hanno prestato la loro opera a titolo gratuito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.