5 ore fa:Sibari-Crotone, una soluzione semplice e veloce: ora tutti attendono la posizione della Regione
4 ore fa:Popolo della notte, ha riaperto la discoteca Cleopatra!
7 ore fa:Firmato il Patto di Amicizia fra la Provincia, il Dipartimento di Kaolack e Assocultura Confcommercio Cosenza
4 ore fa:Corigliano-Rossano: presentata la rete dei servizi di facilitazione digitale
5 ore fa:Nel Bosco, la Sila Greca diventa inaspettato set cinematografico
7 ore fa:Spoke di Co-Ro, 10 nuovi posti per Oncologia e un nuovo primario per Ginecologia
6 ore fa:Si schianta un elicottero antincendio dei Vigili del Fuoco: tragedia sfiorata
8 ore fa:Anche Co-Ro ricorda Massimo Troisi: Anna Pavignano arriva al Castello Ducale
8 ore fa:Cinghiali, per Madeo è diventata emergenza sanitaria: «Agevoliamo il Piano di Contenimento Straordinario»
9 ore fa:Tutto pronto per la festa in onore della Beata Vergine Maria "Stella del mare"

Bilancio Trebisacce, la minoranza contro il Sindaco: «Dichiarazioni fuorvianti»

2 minuti di lettura

TREBISACCE - «Dichiarazioni fuorvianti», questa l’accusa mossa dall’opposizione di Trebisacce nei confronti del Sindaco Aurelio a proposito del bilancio del comune ionico. «Fermarsi alla sola lettura del risultato di amministrazione conseguito, non è per nulla accettabile. Occorre invece esaminare attentamente le singole poste di bilancio ed analizzarne i singoli dati. Solo così è possibile esprimere in giudizio davvero attendibile sulle finanze dell’ente. Tutto il resto è mera attività di propaganda».

Nello specifico, fanno sapere da Insieme si più, è palese che il Rendiconto Consuntivo approvato faccia riferimento all’annualità 2022 e quindi per gran parte interessato da gestione commissariale.

«Beh sì, da quello stesso Commissario Prefettizio che proprio questa stessa amministrazione, attraverso un comunicato assai maldestro, misteriosamente e frettolosamente ritirato, criticava apertamente. La ragione? Semplice: il commissario mise a suo tempo in evidenza la “bontà” delle finanze comunali. Allora, considerata la vostra inesistente attività, volete far credere che in soli sei mesi siete riusciti a creare un “tesoretto” simile”. Suvvia siate veritieri! Le bugie hanno le gambe corte. Bene fa quindi il Sindaco a ringraziare il Commissario e quanti hanno permesso all’ente di ottenere questi risultati, dirigenti compresi. Ma forse questo, a qualcuno non va a genio».

La minoranza entro nello specifico: «Tecnicamente, il risultato di amministrazione conseguito è ascrivile principalmente a ragioni diverse, quali: un corposo avanzo di amministrazione per l’annualità 2021 nonché l’esistenza di finanziamenti della precedente amministrazione che non ancora impiegati risultano come avanzo attivo. Piuttosto, questa maggioranza dovrebbe spiegare, come giustamente rimarcato in sede di Consiglio dal consigliere di minoranza Aurelio, il perché di questo operato “negativo” circa la mancata adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali per importi fino a €.1.000,00; cosa ha comportato per le casse dell’Ente questo diniego? quali sono state le somme introitate dai mancati versamenti tributari? Se lo facessero sarebbe davvero un’azione degna di lode. Nel frattempo rispondo io. Da premettere che non sarebbe stata rottamata la somma capitale ma solo la quota interessi e sanzioni, il mancato diniego alla rottamazione delle cartelle, ha comportato una crisi locale economica ancora più evidente che non ha aiutato le casse dell’Ente perché chi era impossibilitato a pagare mille euro a maggior ragione oggi sarà impossibilitato a pagare il doppio considerato interessi e sanzioni».

I consiglieri di minoranza Domenica De Marco e Antonio Aurelio: «In altre parole, sono state eliminate poste provenienti dal quinquennio precedente non più riscuotibili e quindi anche in questo caso in netta antitesi con il diniego poc’anzi menzionato. Dovrebbe spiegare cosa è stato fatto per mitigare gli aumenti del costo dell’energia elettrica che, giustamente come Gruppo di minoranza avevamo preventivato, al vostro contrario. Nessuna menzione poi, alla mozione da noi presentata ed inerente la gestione de verde pubblico (approvata all’unanimità). È forse chiedere troppo? Cercate altresì di non creare “debiti fuori bilancio”: siete già sulla buona strada. La campagna elettorale è finita da un pezzo e di frutti non se ne vede nemmeno l’ombra».

 

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.