4 ore fa:REGIONALI 2021 - Graziano Di Natale: «Consorzio di Bonifica Valle Lao nel caos. Ancora una volta dipendenti non retribuiti»
1 ora fa:Nel 2020 in Calabria i consumi sono diminuiti di 3 miliardi. Per ristoranti e alberghi - 40,6%
2 ore fa:Ospedale di Trebisacce, al via il tavolo tecnico di coordinamento per la rimodulazione del nosocomio
4 ore fa:Co-Ro, crisi a un bivio: ecco tutte le strade di Stasi e nessuna torna indietro
5 ore fa:Prospettive di sviluppo sostenibile in Calabria: ne discute il Club Rotary “Rossano Bisantium”
1 ora fa:Co-Ro in attesa, l’opposizione si chiede: «Ma la nuova Giunta il sindaco l'ha fatta, sì o no?»
4 minuti fa:RollerCup Monte Gimmella, al via la stagione agonistica del comitato calabro lucano per lo sci nordico
1 ora fa:Covid, in Calabria diminuiscono i ricoveri ma si registrano 2 vittime
4 ore fa:Cosenza, arrestato per droga un 47enne pluripregiudicato
44 minuti fa:Giustizia riparativa, Castrovillari promuove percorsi per il recupero sociale di chi ha commesso un reato

Sorical, approvato un bilancio in attivo. Saccomanno (Lega): «L'inefficienza appartiene al passato»

1 minuti di lettura

CATANZARO - «L'annuncio che, finalmente, la Sorical approva un bilancio in attivo di quasi 600.000 euro è una straordinaria notizia, ma è anche la dimostrazione di come la Lega ha saputo amministrare e di come gestirà la regione Calabria. Dare alla nostra regione un gestore del servizio idrico moderno, capace in pochi anni di eliminare tutti i disservizi che si registrano ogni giorno, deve essere una delle prime missioni del prossimo governo regionale».

È quanto scrive il commissario regionale della Lega, Giacomo Francesco Saccomanno che così continua: «In 12 mesi di guida della Sorical, Cataldo Calabretta ha creato tutte le condizioni affinché la Regione Calabria sulla gestione dell'acqua possa aprire una nuova stagione, valorizzando le risorse del territorio e facendo gli interessi dei calabresi. L'approvazione di due bilanci in 12 mesi, dopo una rigorosa ricognizione contabile, segna un decisivo cambio di passo nella gestione della società. Un ente lasciato, dai precedenti governi regionali, nel limbo della liquidazione volontaria per 10 lunghi anni senza visione per il futuro e un piano di rilancio, ancora più grave disinteressandosi che l'acqua potabile è un bene essenziale e che solo una gestione efficiente con adeguati investimenti può garantire un servizio produttivo ai cittadini e adeguati ed ulteriori posti di lavoro. Ora l'inefficienza appartiene al passato».

«Calabretta – spiega - da mesi ha aperto un tavolo tecnico con il socio privato e con la banca finanziatrice del piano di ristrutturazione per giungere, in poche settimane, al passaggio cruciale della pubblicizzazione della società. Per raggiungere l'obiettivo occorre senso di responsabilità istituzionale, volontà politica e determinazione. Sorical con tutte le competenze interne, dopo un'adeguata riorganizzazione, ha tutte le carte in regola per essere il gestore industriale del servizio idrico integrato calabrese».

«Forte riduzione dell'indebitamento, - aggiunge - utile che sfiora i 600 mila euro: questo è il bilancio estremamente positivo del commissario Calabretta, chiamato un anno fa da Jole Santelli a mettere ordine nel complesso settore del servizio idrico calabrese. Sorical, è opportuno ribadirlo, è l'unica azienda industriale specializzata nella gestione degli acquedotti. Nei giorni scorsi uno studio nazionale ha messo in risalto i bilanci negativi delle partecipate al Sud Italia: Sorical è, invece, in controtendenza, con bilanci in utile e margine operativo più che positivo». 

«Una scommessa rilevante, che, comunque, sta dimostrando che quando vi è volontà, capacità e competenza vi può essere l'inversione in positivo, anche dinnanzi ai tanti guastatori che hanno tentato in tutti i modi di bloccare un processo inimmaginabile e che comprova, ancora una volta, la validità e l'efficienza della politica della Lega» conclude.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.