54 minuti fa:Giuseppe Pallone su Rai 2 sarà protagonista della Performer Cup
5 ore fa:Cariati, in arrivo 576 mila euro per l'asilo nido: garantiti ulteriori 24 posti
7 ore fa:Intelligenza Artificiale e chirurgia al servizio dei territori. Straface: «Una svolta importante per il diritto alla salute»
3 ore fa:Campana, presto verrà rifatta parte della rete idrica comunale
4 ore fa:Scatta la mobilitazione di Coldiretti Calabria: «Basta cinghiali e fauna selvatica»
9 ore fa:Mormanno accoglie i giovani del Servizio Civile
6 ore fa:Sicurezza, sindacati chiedono a Occhiuto di «vietare le attività di lavoro nelle ore più calde»
2 ore fa:Ora bisogna aprire una vertenza generazionale
1 ora fa:La Vignetta dell'Eco
8 ore fa:La scuola dell'Infanzia G. Rizzo conclude l'anno con una festa dedicata ai "Remigini"

Laboratori e spettacoli per bambini , prosegue il Co-Ro Family Fest in versione invernale

2 minuti di lettura

CORIGLIANOI-ROSSANO - Ancora tanti eventi natalizi nell'ambito del Co-Ro Family Fest.

«Il famoso romanzo breve di Charles Dickens, "Il Canto di Natale", viene riadattato con i burattini tradizionali calabresi dal Maestro burattinaio Angelo Gallo. Protagonista - riporta la nota - è il vecchio Scrooge, un uomo molto ricco, avaro, solitario e dal cuore di pietra, che pensa solo al successo e ai suoi affari, trascura la famiglia, incapace di apprezzare le cose quotidiane e di godere della calda atmosfera natalizia. Scrooge riesce a redimersi dall'egoismo aprendosi all'amore nella notte della Vigilia di Natale, quando, rientrato a casa più irato del solito, si trova di fronte tre fantasmi, che rappresentano il passato, il presente e il futuro. Quest'incontro cambierà il suo modo di provare i sentimenti e di relazionarsi con gli altri. Spaventato, Scrooge si pente del proprio egoismo, del distacco verso i suoi cari e del disprezzo che prova per il mondo e decide di cambiare vita: abbandona la sua proverbiale avarizia in cambio della felicità per sé e per gli altri, dando un senso più profondo alla propria vita. Zampalesta fa da coprotagonista e rende lo spettacolo ancora più frizzante, carico di emozioni e colpi di scena. Tanti momenti magici dove si ride e soprattutto si riflette sull'importanza del rispetto, dell'amore, della collettività e del vero significato del "Natale" e della "Famiglia" al giorno d'oggi. Gli oggetti, i burattini, le marionette e le scene sono stati completamente costruiti e dipinti a mano dallo stesso burattinaio. Angelo Gallo, è un burattinaio, scenografo e regista calabrese. Ha vinto il Premio Otello Sarzi nel 2014. Con i suoi pupazzi e burattini ha varcato le soglie dei più prestigiosi festival e teatri del panorama nazionale ed europeo. Lo spettacolo andrà in scena, nell'ambito del cartellone invernale del Family Fest, del comune di Corigliano-Rossano, il prossimo 30 dicembre, con inizio alle 19 al Teatro Paolella, nel centro storico di Rossano. Evento gratuito con prenotazione al link http://tinyurl.com/25s79hdm».

«Prima dello spettacolo teatrale, sempre al Paolella, sabato 30 dicembre, con inizio alle ore 16, a cura del Teatro della Libellula, si terrà un laboratorio artistico teatrale per bambini, La Fabbrica dei Pupazzi, durante il quale sarà costruito un personaggio a tema natalizio. Evento gratuito con prenotazione al link http://tinyurl.com/39envm54»

«Sempre nell'ambito del Family Fest, il 3 gennaio al Teatro Valente, con inizio alle 19 andrà in scena, sempre a cura di Angelo Gallo il Christmas Varietà. Mimo, clown, giocoleria, micromagia e interazione con il pubblico. Tutte queste tecniche sono intrecciate fra loro, non si capirà mai quando "c'è" il clown, quando il mago, quando il mimo. Lo spettacolo debutta nel 2004, ad oggi più di 750 repliche fatte in tutto il territorio italiano, nei maggiori festival di teatro di strada e in programmazioni teatrali per ragazzi.  Uno spettacolo di fantasismo, micromagia, mimo, clown in cui la parola viene messa da parte per dare spazio ai gesti, alla manipolazione, alle immagini, ai suoni. Coinvolgente, magico, romantico, Cico unisce l'arte del mimo e del clown di strada alla magia della manipolazione, alla giocoleria, alla comicità! Un sorriso che si cela dietro la malinconia è il modo più intelligente di prendere le avversità della vita alle spalle e costringerle in un angolo. Lo spettacolo è adatto per qualsiasi tipo di pubblico. Evento gratuito con prenotazione al link http://tinyurl.com/4xdafzf3»

«Il cartellone del Family Fest proseguirà poi con la seconda edizione di Pompieropoli in piazza Salotto, giorno 6 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17 e chiuderà il 7 gennaio con lo spettacolo teatrale L'abete a Piragineti con inizio alle ore 18»

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.