10 ore fa:A Vaccarizzo ritorna la tradizionale Rassegna del Costume Arbëreshe
9 ore fa:Foto del piromane pubblicata da Occhiuto: l'incendio appiccato a Spezzano Albanese
8 ore fa:Finalmente libera dal suo aguzzino, una donna denuncia l'ex compagno per le violenze subite
9 ore fa:Greco (IdM): «Commissariare i comuni inadempienti sulla pianificazione urbanistica»
11 ore fa:Ad Altomonte tutto pronto per la Notte bianca e lo spettacolo del duo Arteteca
8 ore fa:Il torrente Grammisato ancora senza manutenzione: «È una catastrofe annunciata»
7 ore fa:Trebisacce, parte il Milan Club: inaugurata la sede
7 ore fa:Il Cammino della Meraviglie by night fa tappa nel centro storico di Corigliano
9 ore fa:Ritornano in campo i sindaci del Recovery sud con i Dieci punti dell'Agenda Sud
11 ore fa:Trebisacce, Festa del Dono: l'Avis comunale festeggia i risultati conseguiti

“La nuova Calabria ha radici antiche” e sarà protagonista al Salone del Libro di Torino

2 minuti di lettura

COSENZA - La casa editrice cosentina Editoriale Progetto 2000 parteciperà con i propri libri e alcuni eventi allo stand della Regione Calabria (Padiglione Oval V162-W161) al Salone del libro di Torino che si terrà nella città sabauda da giovedì 19 a lunedì 23 maggio 2022.

Con lo slogan "La nuova Calabria ha radici antiche" l'editore Demetrio Guzzardi in una nota alla stampa ha dichiarato: «A Torino portiamo gli ultimi titoli pubblicati e presenteremo le tematiche che da oltre 35 anni ci stanno a cuore. Abbiamo avuto dalla Regione Calabria due ore da riempire giovedì 19 maggio dalle 13 alle 15 e in questo contenitore presenteremo il quarto quaderno della collana "Studi e ricerche su don Carlo De Cardona e il Movimento cattolico in Calabria", partecipano il presidente della BCC Mediocrati Nicola Paldino e il vescovo di Cassano Jonio mons. Francesco Savino, diocesi che ha aperto il processo di beatificazione dell'apostolo calabrese della Rerum novarum».

«Il secondo appuntamento – spiega - è per la presentazione in anteprima nazionale del libro curato da Rosario Sprovieri, originario di San Pietro in Guarano e funzionario del Ministero della cultura, che attraverso i racconti di Gaspare Giansanti, ripercorre i successi della galleria romana "La Nuova Pesa" che nei primi anni Sessanta fece conoscere l'arte contemporanea nella capitale. In quella straordinaria esperienza ci fu spazio anche per l'artista calabrese Aldo Turchiaro di Celico che fu allievo, amico e collaboratore di Renato Guttuso che era di "casa" a La Nuova Pesa».

«Il terzo momento – continua - è dedicato alla presentazione del libro di don Enzo Chiodo, parroco di Pazzano nella Locride, che affronta le sfide della modernità nella famiglia cristiana calabrese; in questo spazio verrà ricordato mons. Ignazio Schinella che scrisse un saggio introduttivo al testo di don Chiodo; partecipano Antonino Schinella sindaco di Arena paese natale di don Ignazio la cui amministrazione ha deliberato di dedicare una via al teologo defunto 5 anni or sono e l'antropologa Mara Francese dell'Università di Torino».

«Nell'ultima mezz'ora – aggiunge - ci sarà la presentazione ufficiale della XII edizione della Settimana della cultura calabrese che si terrà da giovedì 4 a giovedì 11 agosto 2022 nei ruderi dell'abbazia di Corazzo con i video di saluto dei sindaci di Carlopoli (Emanuela Talarico), Soveria Mannelli (Michele Chiodo), Bianchi (Pasquale Taverna) e Panettieri (Salvatore Parrotta) che patrocinano la manifestazione».

«L'appuntamento finale con la rassegna dei libri targati "Editoriale Progetto 2000" si terrà domenica 22 maggio 2022 alle ore 19 (Padiglione Oval V162-W161) con il volume "Mastru Runcigghju e altri racconti di Arena di Calabria" scritto da Salvatore Francese; oltre all'autore e all'editore partecipano Antonino SchinellaMara Francese e il deputato piemontese Davide Gariglio» conclude.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.