12 ore fa:Statale 106, Baffa (Lega): «Preoccupante il ritardo dell’Amministrazione a guida Stasi»
11 ore fa:Centro storico Rossano: «Due anni di emergenza igienico-sanitaria e rischio crolli»
13 ore fa:A Corigliano-Rossano al via il servizio di pulizia spiaggia
10 ore fa:Altomonte, presentato il progetto "Calabria straordinaria"
13 ore fa:Protesta dei tirocinanti calabresi: la solidarietà del sindaco di Trebisacce
12 ore fa:Il messaggio di benvenuto di Antoniotti al neo Arcivescovo Monsignor Aloise
12 ore fa:Co-Ro, sul lungomare Sant'Angelo riprendono vita i chioschi commerciali
10 ore fa:Graziano (Udc): «Soddisfatti della scelta di affidare a De Poli il coordinamento regionale del Partito»
11 ore fa:Co-Ro oggi ci sono 15 nuovi casi (25 in 3 giorni). Le preoccupazioni dei medici: riaperture frettolose
13 ore fa:In arrivo 14 milioni per l’edilizia residenziale pubblica

Cassano, incendiato il portone del consigliere Praino: matrice dolosa?

3 minuti di lettura

CASSANO JONIO – Nella cittadina dell’alto Jonio cosentino alle prime luci del giorno sarebbe avvenuto un atto intimidatorio ai danni del commercialista e consigliere comunale di minoranza Giuseppe Praino.

Ignoti malviventi nella notte tra giovedì e venerdì, hanno cercato di dare fuoco allo studio commerciale del professionista, ubicato sulla centralissima e frequentata via Vittorio Emanuele, in prossimità di piazza Paglialunga, a nord del Capoluogo.

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, l’incendio (molto probabilmente di origine dolosa) si sarebbe sviluppato verso le 4 di questa mattina. Il rogo ha interessato tutta l’area di ingresso mentre il fumo e la fuliggine hanno invaso l’ufficio mettendo a rischio tutti i documenti presenti negli scaffali e nei fascicoli. 

Per quanto riguarda la matrice del gesto, sembra scontata che sia dolosa e al momento i Carabinieri stanno seguendo proprio questa pista.

La notizia ha scosso la Città che attende l’esito delle indagini.

Il sindaco della Città di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, condanna con fermezza l’attentato incendiario consumato la scorsa notte ai danni del consigliere di minoranza Giuseppe Praino ed esprime vicinanza e solidarietà allo stesso e alla sua famiglia. Fida nell’operato delle forze dell’ordine affinché al più presto gli autori dell’azione criminosa possano essere assicurati alla giustizia.

Scattato l’allarme, sul posto si sono recati per avviare le indagini e risalire agli autori dell’attentato incendiario, i militari della locale Tenenza dei Carabinieri. Il sindaco Papasso, appena venuto a conoscenza del fatto, accompagnato dal vice comandante della Polizia Locale si è recato sul posto per testimoniare al consigliere Praino la sua personale vicinanza e solidarietà, nonchè quella dell’intera amministrazione.

Nel commentare l’evento criminoso, il primo cittadino ha espresso ferma censura nei confronti del vile gesto che oltre a creare scioccanti stati d’animo nel destinatario dell’attentato e nei suoi familiari, desta viva preoccupazione nella popolazione tutta.

«È una vergogna - ha dichiarato, particolarmente adirato, Gianni Papasso - Quest’ultimo episodio criminoso, unito ad altri atti vandalici consumati negli ultimi giorni sul territorio comunale ai danni di opere pubbliche e ad alcuni atteggiamenti sprezzanti nei confronti delle istituzioni, ha aggiunto, non sono più tollerabili. Rappresentano, infatti, preoccupanti segnali di inciviltà da parte di taluni che intendono operare nella illegalità che non possono e non devono coniugarsi con la sana, civile e operosa comunità cassanese».

Il primo cittadino, ha ribadito, ancora una volta, l’impegno collaborativo degli organi istituzionali dell’ente locale con le forze dell’ordine, che ha ringraziato per il quotidiano lavoro condotto con grande professionalità e discrezione per combattere e debellare l’illegalità sul territorio in tutte le sue forme e manifestazioni.  

Il presidente del consiglio comunale, Lino Notaristefano, ha espresso profonda e incondizionata solidarietà al consigliere Pino Praino per il vile atto subito.

«Un gesto, ha sottolineato, che non può che essere condannato e che ci deve vedere uniti nelle azioni e nelle parole per poter combattere quello strato negativo che danneggia la nostra amata comunità. Vicinanza a Pino e alla famiglia - ha concluso - con la speranza che si possa fare presto luce su quanto accaduto».

Giunge anche la solidarietà dell’assessore regionale all'Agricoltura e al Welfare Gianluca Gallo: «Un atto ignobile, vigliacco, scellerato, se possibile ancor più inquietante perché consumato ai danni di un esponente delle istituzioni».

«L'onestà e il rigore morale di Praino, come pure la trasparenza del suo agire politico - dice Gallo – sono ben noti. Manifesto solidarietà e vicinanza nei suoi riguardi, auspicando che i responsabili del gesto vengano quanto prima assicurati alla giustizia. Al tempo stesso, preoccupato dal moltiplicarsi in città di atti di natura sia vandalica sia criminale, auspico che il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica valuti l'adozione di ogni utile rimedio, idoneo a garantire la necessaria serenità alla comunità cassanese». 

Anche l'Udc di Cassano esprime «grande solidarietà e vicinanza al Consigliere Comunale Giuseppe Praino, giovane commercialista, per il vile atto subito nella notte. Ferma condanna dunque da parte dell'Unione di Centro cassanese. Noi confidiamo nelle indagini in atto dagli organi inquirenti, volte a fare piena luce sulla criminosa vicenda, con la speranza che i malviventi siano perseguiti giudiziariamente in maniera ferma e netta. La legalità e lo sviluppo del territorio vanno di pari passo e sono consequenziali. A Pino ed ai colleghi dello studio commerciale, sincera ed incondizionata solidarietà».

Il Presidio di Libera di Cassano all'Ionio "Fazio Cirolla" manifesta «vicinanza e solidarietà a Giuseppe Praino, professionista valido e stimato che, negli ultimi tempi, ha deciso di mettere la sua competenza al servizio della nostra cittadina sedendo nel Consiglio Comunale. Caro "Pino", vogliamo dirti che non sei solo e che questo vile e barbaro gesto ha colpito tutta la comunità cassanese, che unanime si stringe attorno a Te. Siamo certi che le forze dell'ordine assicureranno presto i colpevoli alla Giustizia e che il Tuo impegno politico non subirà alcuno stop, ed anzi ne uscirà rafforzato. Basta con la violenza e le intimidazioni! I prevaricatori ed i violenti devono essere isolati e neutralizzati, ripartiamo tutti dalla legalità e finalmente Cassano potrà avere lo sviluppo sociale, economico e culturale che merita».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.